Aspettando il Carnevale di Viareggio: alcuni consigli su cosa fare prima della sfilata dei carri

Anche quest’anno abbiamo appena fatto in tempo a disintossicarci da dolci e panettoni natalizi che è già ora di buttarci nell’organizzazione di un’altra festa, la più colorata e movimentata di tutto il periodo, che piace molto ai piccoli ma che anche molti adulti attendono con trepidazione…eh sì, vi sto proprio parlando del Carnevale!

Ormai ovunque, dalla grande città al borgo microscopico, si è soliti allestire una sfilata più o meno ricca di carri, dove persone di ogni età si travestono per l’occasione e intrattengono il pubblico con balli, canti e lanci di dolci, palloni e gadget vari.

Se devo essere sincera il Carnevale non è che mi piaccia più di tanto…o meglio, quando ero piccola ovviamente ci andavo, ma crescendo è una manifestazione che piano piano si è allontanata dai miei gusti personali. Tutto questo fino al febbraio del 2008, quando abbiamo deciso di trascorrere un intero weekend a Viareggio, per partecipare al suo celeberrimo Carnevale. Devo subito avvisarvi che della festa vera e propria ve ne parlerò in un post successivo a questo, qui vi volevo un po’ illustrare cosa si può fare prima che parta la sfilata dei carri, o perlomeno quello che abbiamo fatto noi! 

Burlamacco, maschera simbolo del Carnevale di Viareggio

Innanzitutto c’è da premettere che, se volete godervi un po’ la festa e non siete proprio vicinissimi a Viareggio, il weekend è l’ideale, vi consente di non arrivare proprio all’ultimo minuto quando la marea di turisti che si riversa qui ogni anno in questo periodo sta cercando parcheggio! E ve lo assicuro sono veramente tanti! Per fortuna il nostro albergo era fuori dal pieno centro ma ad appena dieci minuti a piedi, così abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio e durante l’apoteosi della festa non l’abbiamo proprio spostata!

Veduta dall’albergo

Appena arrivati si può subito approfittare del tempo a disposizione per fare una bella passeggiata a Viareggio, in particolare sul suo famoso lungomare: questa cittadina non è grande e non ha particolari monumenti di grossa rilevanza artistica, ma si possono ammirare i begli edifici in stile liberty che si affacciano per la maggior parte proprio sul mare.

Molo

Così facendo ci si immerge pian piano nell’atmosfera del Carnevale, riuscendo ad ammirare le decorazioni festose lungo le strade e le tante bancarelle senza il caos di gente che arriverà qui a fiumi di domenica!

Se poi avete la fortuna di imbattervi in una giornata mite e soleggiata come è capitato a noi, non potete farvi mancare un bel giro in spiaggia!

E la sera, cosa fare di sera durante il periodo di Carnevale a Viareggio? Ma non c’è che l’imbarazzo della scelta!!! Infatti, in vari quartieri del paese, detti Rioni, si tengono numerose feste serali in maschera, dove la gente si ritrova, si diverte e balla fino a tarda notte al ritmo della musica dei palchi che vengono allestiti lungo le strade. Si può mangiare qualcosa al volo nei tanti stand gastronomici ma soprattutto si viene contagiati a più non posso dall’allegria dei paesani! I Rioni più famosi sono sostanzialmente quattro: Torre del Lago, Darsena, Marco Polo e Croce Verde. Noi abbiamo scelto quest’ultimo e devo dire che il divertimento è assicurato, noi eravamo praticamente quasi le uniche persone a non essere in costume!

Insomma, il mio consiglio è di andare a Viareggio perché lì ci si diverte sempre, mattino, pomeriggio e sera! A breve un altro piccolo post su cosa vedere nelle vicinanze e poi ci si immerge finalmente nella festa vera e propria del Carnevale!

Lascia un Commento