La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Per noi italiani, la Slovenia è un giusto compromesso tra voglia di vacanze all’estero e la consapevolezza di non dover effettuare troppi chilometri per raggiungere questa nazione limitrofa.

Proprio per questi motivi, la maggior parte dei visitatori si ferma poco lontano dal confine, nella parte più occidentale della Slovenia, che in effetti è anche la più conosciuta e di conseguenza la più turistica. Se avete poco tempo vi consiglierei anch’io di alloggiare da queste parti, perché è qui che si concentrano le attrazioni più importanti, ma se come noi avete almeno quattro o cinque giorni a disposizione, cercate di non tralasciare anche la parte più orientale della nazione.

Con una gita in giornata partendo da Lubiana, potrete infatti muovervi in direzione dell’Ungheria per visitare due tesori della Slovenia che meritano di essere scoperti: Maribor e Ptuj.

Maribor in realtà è la seconda città più grande della Slovenia, ma più che per i suoi monumenti è famosa soprattutto per le sue piste da sci, molto frequentate durante il periodo invernale, e per essere stata Capitale europea della Cultura nel 2012.

L’attrazione più importante di questa cittadina è sicuramente il suo Castello, all’interno del quale è stato allestito dal 1938 il Museo Regionale.

Il Castello di Maribor, fatto edificare tra il 1478 ed il 1483, non ha le fattezze di un maniero vero e proprio, ma ricorda piuttosto un palazzo nobiliare, e non si colloca neppure in una posizione decentrata o adagiato su di una collina, ma è situato in pieno centro città, affacciato su una delle sue piazze più conosciute, Grajska Trg.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Costruito su due piani, presenta varie collezioni di notevole livello artistico, collocate in stanze spaziose; quella più famosa e decorata è il Salone dei Cavalieri, al primo piano, sul soffitto del quale viene rappresentata una battaglia a cavallo tra l’esercito cristiano e quello turco.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Salone dei Cavalieri

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Salone dei Cavalieri, soffitto

Altri ambienti significativi del castello sono la fornitissima Farmacia e la piccola Cappella con la Madonna Nera ispirata a quella di Loreto nelle Marche. Di notevole impatto visivo è anche lo Scalone Rosa in stile Rococò, di più recente costruzione rispetto al resto del complesso e attraverso il quale si conclude la visita al castello.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Farmacia

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Cappella

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Scalone

Il Castello di Maribor è aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 18 (con chiusura di domenica, lunedì e nei giorni festivi) e il costo del biglietto d’ingresso è di 3 Euro.

Proprio adiacente al Castello di Maribor, in Svobode Trg (Piazza della Libertà), troverete una struttura dalla forma particolare: è il Monumento della Liberazione Nazionale, una grande sfera in bronzo costruita nel 1975 dallo scultore locale Slavko Tihec dedicata ai patrioti che si ribellarono al Nazismo durante la Seconda Guerra Mondiale.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Altra piazza importante di questa cittadina è Glavni Trg, sulla quale si affaccia il Municipio e al centro della quale si staglia la Colonna della Peste, eretta nel 1743 per ricordare l’epidemia che fra il 1680 e il 1681 ha decimato quasi un terzo della popolazione di Maribor.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Municipio

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Colonna della Peste

Dal punto di vista degli edifici religiosi, invece, troverete come riferimento due chiese esternamente molto diverse tra loro: una è la Cattedrale di Maribor, iniziata in stile romanico ma oggi dalle fattezze gotiche, e la Chiesa dei Francescani, con i due campanili rossi che svettano simmetrici sulla facciata.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Cattedrale, esterno

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Cattedrale, interno

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Chiesa dei Francescani, esterno

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Chiesa dei Francescani, interno

Se avete ancora un po’ di tempo a disposizione per visitare il centro, potrete spingervi fino alle rive del fiume Drava per ammirare la Torre dell’Acqua, la piccola torretta fatta costruire nel 1555 come sistema di difesa contro le invasioni turche.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Torre dell’Acqua

Ad appena mezz’ora da Maribor, spostandosi verso il confino croato, è possibile visitare un’altra delle attrazioni impedibili tra quelle della Slovenia meno turistica: il Castello di Ptuj.

Stavolta il castello è situato nella classica posizione difensiva sulla cima di una collina, e dal parcheggio gratuito bisogna fare un po’ di strada a piedi in salita prima di raggiungerlo.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Castello di Ptuj, profilo

Sarà stato per l’alone di foschia che circondava tutto il panorama sottostante, o per i primi fiocchi di neve che scendevano piano racchiudendo noi e gli altri pochi visitatori in una dimensione un po’ irreale, ma in questo castello si respira davvero un’atmosfera magica. Il turismo di massa non l’ha ancora raggiunto, e ci si sente un po’ fortunati per essere riusciti a scoprirlo.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Castello di Ptuj, ingresso

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Panorama avvolto nella nebbia

Prima di entrare nelle sale vere e proprie del castello, vi consiglio di non perdervi, sulla destra della biglietteria, la divertente e stravagante Mostra delle Maschere di Carnevale Tradizionali, nella quale sono esposte tutte le maschere più caratteristiche dell’area di Ptuj. La maggior parte sono davvero buffe e particolari.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

La maschera più conosciuta e famosa da queste parti è sicuramente il “Korant” (o “Kurent”), un essere che secondo le tradizioni popolari ha il compito di scacciare l’inverno e di introdurre la primavera. In pratica, una pelliccia pelosa che ti ricopre da capo a piedi!

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Due esemplari di Konant

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Anche questo castello, come quello di Maribor, si sviluppa su due piani, ai quali si accede tramite un ampio cortile.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Cortile del castello

La visita è completamente libera e comincia dal piano primo, dove si trovano le stanze arredate con mobili ed opere d’arte databili tra il XVI e il XX secolo. Al secondo piano, invece, c’è un po’ meno da vedere, fatta eccezione per la Galleria del castello, dove sono esposti alcuni quadri.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Bisogna invece tornare al piano terra per ammirare l’Armeria e la Mostra degli Strumenti Musicali, considerata la più ricca della Slovenia con ben 300 strumenti esposti. Il pezzo più rinomato dell’intera collezione è un flauto romano doppio risalente al II o III secolo e conosciuto con il nome di “Tibia”, considerato ancora oggi una rarità mondiale.

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Armeria

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Strumenti musicali

La Slovenia meno turistica: cosa vedere a Maribor e Ptuj

Frammenti del flauto romano detto “Tibia”

Il biglietto di ingresso per il Castello di Ptuj è di 5 Euro e la visita completa dura poco più di un’ora.

Allora, cosa ne dite, valeva la pena immergersi in questo itinerario alla scoperta della Slovenia meno turistica?

2 commenti

  • Celeste

    luglio 19, 07 2017 11:36:54

    Sto buttando giù l’itinerario estivo, e per informazioni su Maribor Google mi ha portata dritta da te!
    Sono ancora più curiosa di visitare questa città, grazie delle dritte 😉

    • Chiara

      luglio 19, 07 2017 12:06:30

      Ah, santo Google, ogni tanto si comporta bene allora! 🙂 Scherzi a parte sì, sapevo di essere posizionata bene per questo articolo! Sono contenta allora di esserti stata utile, poi mi farai sapere se Maribor ti è piaciuta! 🙂

Lascia un Commento