Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Ormai è passato un po’ dalla mia visita a Ravenna, ma anche così, a distanza di qualche tempo, gli aggettivi che mi saltano subito alle mente per descriverla sono principalmente due: colorata e splendente.

Colorati e splendenti sono infatti i capolavori per cui questa bella città è famosa e riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ovvero i suoi particolarissimi e monumentali mosaici. D’altronde Ravenna è l’unica città al mondo ad essere stata capitale di ben tre imperi: l’Impero Romano d’Occidente, l’Impero di Teodorico Re dei Goti e l’Impero di Bisanzio in Europa. Questo ha fatto sì che nel centro storico di dimensioni raccolte venissero costruite numerose basiliche e battisteri, all’interno dei quali si conserva per l’appunto il più ricco patrimonio di mosaici dell’umanità risalenti al V e VI secolo.

I monumenti di Ravenna inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco sono 8, e se volete scoprirli in un modo un po’ insolito potreste noleggiare una bicicletta come abbiamo fatto noi: le strade sono tranquille e poco trafficate e le principali attrazioni non sono lontane fra loro.

Prima di iniziare il vostro giro vi consiglio di munirvi poi dell’utile biglietto cumulativo al costo di 9,50 Euro, che vi consentirà di accedere alla maggior parte dei monumenti più famosi a prezzo ridotto e che ha una validità di 7 giorni. Questo biglietto include l’ingresso a: Sant’Apollinare Nuovo, Battistero Neoniano, Basilica di San Vitale, Mausoleo di Galla Placidia e Museo Arcivescovile.

La prima tappa del nostro itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna è stata la Basilica di San Vitale, a pianta ottagonale e dall’esterno realizzato in laterizio rosso, comune a molte costruzioni ravennate. Una curiosità: per accedere alla basilica bisogna scendere una rampa di scale perché la chiesa, come altri monumenti antichi della città, si è abbassata rispetto al piano stradale!

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di San Vitale

All’interno della Basilica si è subito attirati verso l’abside, che racchiude una delle sezioni più significative dei mosaici dell’intero complesso. Al centro viene raffigurato Gesù seduto sul globo terrestre, affiancato da due angeli e da San Vitale e San Ecclesio, che volle la costruzione della basilica; altre scene bibliche vengono rappresentate nei mosaici delle pareti laterali.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di San Vitale, mosaico dell’abside

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di San Vitale, mosaico laterale

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di San Vitale, mosaico laterale

Proprio di fronte alla Basilica di San Vitale sorge il Mausoleo di Galla Placidia, all’interno del quale si trovano i mosaici parietali più antichi di Ravenna. Qui il colore predominante è il blu, usato per rappresentare un cielo stellato su tutto il soffitto, e la scarsa illuminazione del piccolo ambiente potrebbe crearvi non pochi problemi sulla riuscita delle vostre foto!

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Mausoleo di Galla Placidia

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Mausoleo di Galla Placidia, mosaico

Un’attrazione che non è compresa nel biglietto cumulativo ma che vi consiglio assolutamente di non perdervi nel corso del vostro itinerario è la Domus dei Tappeti di Pietra, il sito archeologico inaugurato nel 2002 e considerato uno dei più importanti tra quelli scoperti in Italia negli ultimi decenni, al quale si accede dalla piccola Chiesa di Sant’Eufemia. Qui, in una grande sala sotterranea, si possono ammirare 14 pavimentazioni in mosaico, decorate con elementi geometrici, floreali o figurativi. La rappresentazione più famosa è quella della “Danza dei Geni delle Stagioni”, in cui i geni danzano insieme in cerchio.

L’ingresso alla Domus dei Tappeti di Pietra è di 4 Euro.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Danza dei Geni delle Stagioni

Di nuovo ricompresi nel biglietto cumulativo sono invece il Battistero Neoniano (o degli Ortodossi), il piccolo edificio ottagonale sulla cui cupola interna viene raffigurato il Battesimo di Gesù, e il Museo e la Cappella Arcivescovile, a breve distanza l’uno dall’altro.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Battistero Neoniano o degli Ortodossi

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Battistero Neoniano o degli Ortodossi, mosaico

Da qui, pedalando verso il centro vero e proprio, si incontrano prima il Duomo e poi la Chiesa di Sant’Agata Maggiore e la Basilica di San Francesco, entrambe essenziali nella loro facciata esterna. Rispetto ad altre città in cui è proprio il Duomo a spiccare tra le varie attrazioni da visitare, qui a Ravenna questo rimane piuttosto anonimo, messo in ombra da altre opere sicuramente più degne di nota.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Duomo

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Chiesa di Sant’Agata Maggiore

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di San Francesco

Su Piazza San Francesco si affaccia anche la Tomba di Dante Alighieri, eretta nel 1780 in commemorazione della sua morte, avvenuta nel 1321, visto che il celebre poeta aveva trascorso gli ultimi anni della sua vita proprio qui a Ravenna. L’interno della tomba consiste semplicemente in un sarcofago, al di sopra del quale è stato collocato un bassorilievo in cui Dante viene raffigurato pensoso davanti ad un leggio.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Tomba di Dante, esterno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Tomba di Dante, interno

Passando attraverso Piazza del Popolo, con le sue due colonne che stanno a testimoniare il governo veneziano su Ravenna, si arriva al Battistero degli Ariani, costruito tra la fine del V secolo e l’inizio del VI. L’unico mosaico rimasto è quello della cupola, simile a quello del Battistero Neoniano, raffigurante Cristo che riceve il battesimo da Giovanni Battista nelle acque del Giordano; tutto attorno, stanno i Dodici Apostoli in processione.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Le due colonne in Piazza del Popolo

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Battistero degli Ariani, esterno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Battistero degli Ariani, mosaico della cupola

Altri due monumenti importanti della città sono la Chiesa di San Giovanni Evangelista, dal portale riccamente decorato, e la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, dal particolarissimo campanile a forma cilindrica. Quest’ultima fa parte degli edifici voluti da Teodorico, e l’aggettivo “Nuovo” servì a distinguerla dalla quasi omonima Basilica di Sant’Apollinare in Classe. Qui i mosaici rivestono interamente le pareti laterali della navata centrale, e il colore che predomina è l’oro.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Chiesa di San Giovanni Evangelista

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, esterno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, interno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, interno

Appena al di fuori del centro storico, nella zona della Rocca Brancaleone, si erge il monolitico Mausoleo di Teodorico, costruito con blocchi di pietra d’Istria e dal peso di 300 tonnellate. La storia di questo monumento si fonde in maniera notevole con la leggenda che lo circonda: si narra infatti che fu proprio qui che l’Imperatore barbaro Teodorico trovò la morte, colpito da un fulmine mentre si stava facendo il bagno nella sua vasca di porfido rosso (unico arredo dell’interno del Mausoleo). Nonostante l’edificio fosse protetto da mura di oltre un metro di spessore, la saetta mortale riuscì ad entrare dall’unica fessura a forma di croce aperta nel tetto; la leggenda prosegue poi con un cavallo nero che sarebbe entrato nel bagno e avrebbe gettato il corpo dell’Imperatore nell’Etna. Questa parte di storia non ha ovviamente radici fondate, ma quel che è certo fu che, da allora, le spoglie di Teodorico non furono mai più ritrovate.

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Mausoleo di Teodorico, esterno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Mausoleo di Teodorico, interno

Per poter invece ammirare la Basilica di Sant’Apollinare in Classe dovrete spingervi fuori dalle mura del centro di Ravenna, per 8 chilometri in direzione mare. Anche qui i mosaici si concentrano soprattutto nel catino absidale, in netto contrasto con le pareti ed il pavimento alquanto spogli. Il colore predominante è il verde, usato per rappresentare un prato: al centro è raffigurato Sant’Apollinare in piedi, circondato da 12 pecore, che starebbero a simboleggiare gli Apostoli. Sopra di loro, svetta una grande croce d’oro inserita in un cielo stellato.

Promemoria importante: ricordatevi che l’ingresso a questa Basilica la prima domenica del mese è gratuito!

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di Sant’Apollinare in Classe, esterno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di Sant’Apollinare in Classe, interno

Itinerario in bicicletta per il centro di Ravenna, la città che risplende di mosaici

Basilica di Sant’Apollinare in Classe, mosaico dell’abside

4 commenti

  • Valentina

    marzo 10, 03 2016 01:05:32

    Mamma mia che belli questi mosaici! Questo post mi sarà di grande aiuto…per il ponte del 25 Aprile Ravenna è una delle mete “papabili”!

    • Chiara

      marzo 10, 03 2016 11:18:27

      Vero Vale, sono davvero bellissimi! Se ti servono altre informazioni su cosa vedere in Emilia Romagna fammi sapere qualcosa! 🙂

  • Stefania

    aprile 15, 04 2016 06:45:52

    Post molto bello e splendidi mosaici. Ho in programma di andare prossimamente a Ravenna, si riesce a vedere tutto in un giorno? Ovvero sino alle 17, poi avrei il treno per tornare a casa.

    • Chiara

      aprile 15, 04 2016 07:27:59

      Ciao Stefania, grazie! Sì, a Ravenna ci sono tante meraviglie ma sono tutte abbastanza vicine tra di loro e si visitano tranquillamente in una giornata…se pensi di avere qualche problema con i tempi potresti noleggiare una bicicletta come abbiamo fatto noi per velocizzare un po’ i tuoi spostamenti! 🙂

Lascia un Commento