Come acquistare su Internet i biglietti per l’Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

L’Alhambra è sicuramente l’attrazione più visitata di Granada.

E’ d’altronde innegabile che questa città fortificata di notevoli dimensioni racchiuda tra le sue mura secoli di storia e di stili architettonici nettamente diversificati fra loro: dopo la prima impronta per mano degli arabi, che la costruirono secondo le proprie esigenze nel XIV secolo, venne poi rimodellata dai re cristiani spagnoli che ne presero possesso con la Reconquista. 

Ogni giorno migliaia di turisti si riversano qui, a piedi o con i mezzi pubblici, per ammirare una delle bellezze più famose di tutta l’Andalusia.

Proprio per questo motivo, occorre pensare all’acquisto dei biglietti con un certo anticipo: la capienza della struttura è elevata, ma può esaurirsi in fretta, soprattutto nei periodi di alta stagione.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

L’Alhambra vista dal Mirador de San Nicolás

Come acquistare su Internet i biglietti per l’Alhambra di Granada

Per assicurarvi di visitare l’Alhambra in ogni sua parte senza rischiare di perdervi nulla, vi consiglio di procurarvi i biglietti su Internet: al prezzo dell’ingresso intero (€14,00), vi verrà applicata solo una piccola commissione di 1,40 €, che però vi garantirà l’entrata sicura.

Sarà sufficiente accedere al sito ufficiale e scegliere la tipologia di biglietto (noi abbiamo optato per Alhambra Generale perché è la più completa), il giorno e l’ora di ingresso: le entrate si dividono in 2 grossi gruppi, quello della mattina con ingresso alle 8,30, e quello del pomeriggio con ingresso alle 14. All’interno di queste due fasce orarie dovrete scegliere l’ora che preferite per l’accesso ai Palazzi Nazaries, ovvero l’attrazione che di solito si esaurisce per prima nelle biglietterie sul posto e che potreste rischiare di non vedere.

Dopo il pagamento vi verrà rilasciata una ricevuta con il promemoria della prenotazione, ma fate attenzione: non si tratta dei biglietti veri e propri! Una volta raggiunta l’Alhambra vi basterà cercare le macchinette automatiche a lato della biglietteria (aggirate direttamente la fila), inserite la stessa carta che avete usato per la prenotazione ed il gioco è fatto: vi verranno stampati immediatamente i vostri biglietti di ingresso.

Noi abbiamo scelto la fascia oraria del pomeriggio (quella del mattino si esaurisce molto più velocemente e per le nostre date non c’era già più posto neanche tramite Internet), e dalle 13,45 ci si può già mettere in fila agli ingressi.

Dall’entrata principale vi occorrerà una decina di minuti per raggiungere i Palazzi Nazaries, che noi abbiamo scelto di visitare subito prenotando la prima visita pomeridiana disponibile alle 14,30. Mi raccomando, per il palazzo dovete essere molto puntuali, bisogna presentarsi là dieci minuti prima e non sono ammessi ritardi…il rischio è di non entrare e potreste davvero mangiarvi le mani per questa occasione persa!

Come raggiungere l’Alhambra

Noi abbiamo affrontato la salita a piedi, abbastanza fattibile se percorsa con calma (noi eravamo parecchio in anticipo!), altrimenti, se pensate di non avere troppo tempo a disposizione, vi consiglio di prendere una delle comode navette che vi faranno arrivare velocemente alla meta: noi l’abbiamo utilizzata al ritorno spendendo € 1,20 per il biglietto singolo (e dopo aver camminato tutto il giorno è stata davvero provvidenziale!).

Abbiamo trascorso all’interno dell’Alhambra 5 ore, dalle 14 alle 19, e devo ammettere che servono tutte per visitarla con una certa tranquillità: dovete infatti tenere conto che si tratta di una vera e propria cittadina murata, che occupa per la quasi totalità La Sabika, la collina che domina Granada, e quindi non vi conviene venire fin qui di fretta, ma dedicarle con calma il tempo che merita.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Viale d’ingresso dell’Alhambra

Cosa vedere all’Alhambra 

Il complesso, davvero di enormi dimensioni (basti pensare che oltre ai governanti risiedevano qui anche artigiani, impiegati statali e commercianti), si suddivide in 4 parti principali:

1) I Palacios Nazaries

2) Il Palacio de Carlos V

3) L’Alcazaba

4) Il Generalife

Soltanto i primi sono più vincolanti per via dell’orario riportato sul biglietto, mentre gli altri tre si possono visitare in totale libertà.

1) Palacios Nazaries

Palacios Nazaries (ovvero Palazzi dei Nasridi) vengono chiamati anche Casa Real, e sono un complesso di palazzi costruiti nel XIV secolo: al loro interno, oltre a trovarsi la residenza ufficiale del sultano, erano collocati anche uffici giudiziari ed amministrativi, fondendo così la destinazione ad uso privato con quella più governativa.

I loro ambienti sono i più raffigurati e fotografati dell’intero complesso, e sono loro che saltano subito alla mente quando si nomina il termine Alhambra.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Completamente disadorni, i palazzi compensano la mancanza di arredamento con le pareti decorate in maniera minuziosa secondo lo stile moresco, spesso arricchite da azulejos colorati. I soffitti raggiungono altezze vertiginose, prediligendo la scelta del legno o di elaborate trame a nido d’ape.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

L’alternanza tra spazi aperti e chiusi è costante, ed il continuo susseguirsi dei cambi di luce tra le stanze ed i luminosi cortili potrebbe ferirvi gli occhi nelle giornate estive (consiglio un bel paio di occhiali da sole!). Il più famoso tra i cortili esterni è sicuramente il Patios de los Leones, con la sua celebre fontana dei 12 leoni in pietra.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Fontana dei 12 leoni

2) Palacio de Carlos V

Attraveso giardini curatissimi nei quali ricercare un minimo di refrigerio, si raggiunge il Palacio de Carlos V, fatto costruire da quest’ultimo dopo il suo matrimonio con Isabella di Portogallo e considerato il principale edificio di epoca cristiana dell’Alhambra. In realtà mai terminato, il palazzo presenta la particolarità di un enorme cortile circolare circondato da una serie di colonne disposte su due piani, ed al suo interno ospita oggi il Museo dell’Alhambra ed il Museo delle Belle Arti.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Altra costruzione cristiana accanto al Palacio de Carlos V è la piccola Iglesia de Santa Maria, anch’essa a testimonianza degli innumerevoli stili e religioni che si alternano fra le mura dell’Alhambra.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Iglesia de Santa Maria

3) Alcazaba

L’Alcazaba è invece la zona militare, adibita alla difesa e alla sorveglianza dell’intero complesso dell’Alhambra. Purtroppo oggi, dell’antica fortezza, si sono conservati soltanto i bastioni ed alcune torri, la più importante delle quali è la Torre de la Vela, la più alta e per questa prescelta per controllare tutto il territorio circostante.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Torre de la Vela

Qui più che da ogni altra parte si può capire il significato del termine Alhambra (letteralmente dall’arabo “La Rossa”), per via del colore rossastro dei materiali utilizzati per costruire le mura. Questa in estate sarà la parte più rovente dell’intera visita, con nessuna zona d’ombra dove riprendersi un attimo.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Dall’Alcazaba, il panorama sulla città di Granada è semplicemente mozzafiato.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Panorama sull’Albaicin

4) Generalife 

Molto più ombreggiata e ristoratrice sarà l’ultima parte del percorso, ovvero i rigogliosi giardini del Generalife, nei quali si mescolano piante, fiori e fontane zampillanti. Immerso in questa sorta di paradiso terrestre si trova anche il Palacio de Generalife, scelto come piacevole residenza estiva dai governanti arabi.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Palacio de Generalife

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Dai terrazzamenti del Generalife si può godere di una splendida panoramica sull’intero complesso dell’Alhambra.

Come acquistare su Internet i biglietti per l'Alhambra di Granada e consigli per visitarla al meglio

Alhambra vista dal Generalife

16 commenti

  • Stefania

    ottobre 05, 10 2016 10:59:08

    Che meraviglia! Spero di visitare presto Granada, purtroppo a maggio, quando sono stata a a Siviglia, non ho potuto.

    • Chiara

      ottobre 05, 10 2016 02:49:03

      Spero che riuscirai a recuperare presto Stefania! Granada merita davvero, ma anche Siviglia di certo non scherza…su quest’ultima devo ancora riordinare il materiale per gli articoli!

  • Stefania

    ottobre 05, 10 2016 11:31:09

    Molto interessante ma soprattutto utile! Meglio sempre attrezzarsi con dei biglietti presi su internet per non impazzire! 🙂

    • Chiara

      ottobre 05, 10 2016 02:49:46

      Sì Stefania, prenotando da casa è molto più comodo! E poi si è sicuri di entrare e vedere tutto! 🙂

  • Sara L’Esploratrice

    ottobre 05, 10 2016 11:59:51

    5 ore, caspita sono veramente tante! Non credevo fosse così grande. Comunque mi affascina molto, ti ringrazion per i consigli..soprattutto per come raggiungerla 🙂

    • Chiara

      ottobre 05, 10 2016 02:50:26

      Eh sì Sara, almeno mezza giornata buona bisogna metterla in conto! 🙂

  • Camilla Assandri

    ottobre 05, 10 2016 12:48:31

    Il tuo articolo è molto interessante, ricco di consigli utili e stupende fotografie 🙂

    • Chiara

      ottobre 05, 10 2016 02:47:49

      Grazie mille Camilla, sono contenta che ti sia stato utile! 🙂

  • Ilaria

    ottobre 05, 10 2016 08:41:55

    Fantastico articolo che mi riporta indietro nel tempo a quando la visitai!

    • Chiara

      ottobre 05, 10 2016 09:27:29

      Grazie Ilaria, sono contenta che ti sia piaciuto e che ti abbia fatto rivivere i bei momenti trascorsi qui!

  • Elisa

    ottobre 06, 10 2016 11:34:10

    Quando sono andata a Siviglia ho visitato l’Alcazar e me ne sono innamorata. Sono sicura che l’Alhambra mi piacerà ancora di più! In realtà non sapevo ci volesse tutto questo tempo per visitarla ma quando ne avrò l’occasione, non mi dispiacerà affatto. 🙂

    • Chiara

      ottobre 07, 10 2016 01:06:18

      Sì, sono comunque 5 ore che scorrono via veloci! 🙂

  • Agnese – I’ll B right back

    ottobre 07, 10 2016 12:12:02

    Guarda Chiara, mi viene quasi da piangere! Io sogno l’Andalusia da una vita e mooolto fortemente (basta fare un salto sul mio blog per capire che non sto scherzando, credo di averlo scritto ovunque ahah), e tu mi schiaffi l’Alhambra così in faccia! Non si fa!!!
    Scherzi a parte, le tue informazioni sono molto utili e le terrò sicuramente in mente per quando la visiterò…perché succederà, ne sono sicura!! 🙂
    Grazie 🙂

    • Chiara

      ottobre 07, 10 2016 02:14:27

      Eh eh, allora per un po’ è meglio che tu non venga sul mio blog perché usciranno altri articoli su questa terra tanto desiderata! 🙂
      Scherzi a parte, sono contenta che l’articolo ti sia stato utile, l’Andalusia è accessibilissima e praticamente dietro l’angolo, quindi sono sicura che prima o poi riuscirai ad andarci (e magari neanche fra troppo tempo)! 🙂

  • silvia zampieri

    ottobre 10, 10 2016 10:41:13

    Che meraviglia! Quanto prima hai preso i biglietti?

    • Chiara

      ottobre 10, 10 2016 11:14:43

      Proprio una bellezza Silvia! Io ho preso i biglietti verso fine aprile per luglio!

Lascia un Commento