Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cordoba è stata la prima tappa del nostro viaggio on the road di due settimane in Andalusia.

Ci ha accolti con i suoi 35 gradi all’ombra, comunque più sopportabili dell’umidità degli ultimi giorni trascorsi a Bologna: le stradine strette ed acciottolate consentono di camminare all’ombra su entrambi i lati, ed i nebulizzatori presenti praticamente in ogni bar rendono meno pesanti anche le ore più calde della pausa pranzo.

Nella pianificazione di un vostro itinerario a Cordoba fate attenzione perché molte attrazioni sono chiuse di lunedì: noi, neanche l’avessimo fatto apposta, siamo arrivati in città proprio in quel giorno, ma non ci siamo fatti cogliere alla sprovvista, in quanto ci eravamo già documentati in precedenza sui monumenti (pochi!) aperti anche ad inizio settimana.

Gli unici accessibili all’interno sono la Mezquita e la Torre della Calahorra.

La Mezquita (ovvero la Grande Moschea) è il vero capolavoro di Cordoba: rappresenta infatti il monumento musulmano più importante della Spagna, e allo stesso tempo svolge anche la funzione di cattedrale della città.

Venne fatta costruire nel 785 d.C. sotto il regno di ‘Abd al-Rahmān, per essere poi ampliata da ‘Abd al-Rahmān II; nel 1236 venne ulteriormente ingrandita da San Ferdinando III, che la trasformò anche in una cattedrale affiancandovi una torre campanaria. L’unione di elementi musulmani e cristiani crea così una struttura architettonica davvero unica nel suo genere, divenuta famosa in tutto il mondo.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Mezquita, ingresso

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Torre campanaria

Ancor più che l’esterno, è la parte interna a colpire il visitatore: l’elemento che attira maggiormente l’attenzione sono le 850 colonne sormontate da capitelli in stili diversi e suddivise in 19 navate, collegate fra loro da archi a due ordini costruiti alternando mattoni rossi e pietre bianche. Questa scelta conferisce movimento alla struttura, ampliando addirittura il senso di profondità verso il soffitto, che risulta ancora più alto di quello che è in realtà.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

La Mezquita è aperta tutti i giorni con orario estivo dalle 10 alle 19, ed ha un costo di 8,00 Euro; se volete abbinarvi anche la salita alla torre campanaria dovrete aggiungerne altri 2,00 al costo del biglietto. Fate attenzione perché la torre chiude nell’orario della pausa pranzo dalle 13,30 alle 16,30.

Proprio sul retro della Mezquita troverete il Ponte Romano, che attraversa il fiume Guadalquivir, all’estremità del quale sorge il secondo monumento aperto di lunedì, la Torre della Calahorra, che ospita oggi il Museo storico della città dedicato alla vita culturale e alle conquiste intellettuali di Cordoba durante la dominazione islamica.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Ponte Romano

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Percorrendo l’infuocato Ponte Romano

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Torre della Calahorra

Questa torre venne fatta costruire nel XIV secolo con la funzione di protezione ed ingresso alla città stessa; la visita comincia al piano terra con un video di presentazione della mostra, per poi proseguire ai piani superiori dove sono esposti vari modellini degli edifici più famosi dell’Andalusia. Dalla sua cima si gode di un’interessante prospettiva sulla Mezquita e sul Ponte Romano.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Panorama dalla Torre della Calahorra

La Torre della Calahorra è aperta tutti i giorni con orari 10-14 e 16,30-20,30, ed ha un costo di 4,50 Euro; la vostra visita si aggirerà sui 30-45 minuti, a seconda di quanto tempo dedicherete al filmato iniziale. 

Il secondo giorno alla scoperta di Cordoba comincia subito con una sorpresa tanto gradita quanto inaspettata: avendo inserito come prima tappa nella scaletta della giornata l’Alcázar dei Re Cattolici (per comodità e per puro caso), scopriamo con piacere e sul posto che dal martedì al venerdì non festivi dalle 8,30 alle 9,30 l’ingresso a questa attrazione è completamente gratuito!

Pur non avendo trovato questa informazione da nessuna parte ma essendo segnalata soltanto su un cartello a lato dell’ingresso, non ce lo facciamo ripetere due volte ed entriamo soddisfatti risparmiando così il costo del biglietto di 4,50 Euro a testa.

Il palazzo venne fatto costruire da Alfonso XI nel 1328 e fu successivamente modificato dai re cattolici, che ne fecero la loro residenza. Dal 1490 al 1821 ospitò la sede del tribunale dell’Inquisizione.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

L’Alcázar di per sé è in realtà alquanto deludente, il giro comprende solo una passeggiata lungo le mura e qualche sala che ospita un museo con alcuni mosaici romani; per fortuna alzano la media i bei giardini, che però non riescono comunque a compensare del tutto la parte degli interni, e non reggono il confronto con quelli molto più estesi di altre città andaluse.

Quindi se riuscite il mio consiglio è assolutamente quello di entrare nella fascia oraria gratuita!

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

La seconda tappa della giornata è stato il Museo Taurino, dedicato ad una delle più antiche manifestazioni della Spagna, la corrida. Il museo non è tanto grande ma ben strutturato, e ho scelto di visitarlo per provare a comprendere un po’ meglio questa sentita tradizione spagnola, ma devo ammettere che alcune foto e filmati mi hanno un po’ impressionata, non condividendo per niente questo tipo di “divertimento”. Insomma, adatto per chi ha lo stomaco più forte del mio! Il costo del biglietto è di 4 Euro.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

La visita della città di Cordoba non può ritenersi completa senza una passeggiata nella Juderia, l’antico quartiere ebraico con i suoi vicoli strettissimi, situato proprio tra il museo Taurino e la Mezquita. Nel suo dedalo di stradine, potrete ammirare lo Zoco, ovvero l’antico mercato, e la piccola Sinagoga proprio di fronte, risalente al XIV secolo ed una delle uniche sinagoghe medievali di Spagna ancora sopravvissute. Altro tesoro dal fascino discreto custodito in questo quartiere è la Cappella Mudéjar de San Bartolomé, che potrete visitare anche al suo interno al costo di 1,50 Euro. Aperta tutti i giorni dalle 10,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 18,30, tranne il sabato quando rimane aperta solo di mattina ed il lunedì solo di pomeriggio.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Zoco

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Sinagoga

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cappella Mudéjar de San Bartolomé

L’ultima attrazione che abbiamo messo in scaletta per il nostro itinerario a Cordoba è il Palacio de Viana, al quale si può accedere con due modalità: o con il biglietto completo al costo di 8,00 Euro (che comprende anche la visita guidata agli interni dell’edificio soltanto in spagnolo e con orari variabili a seconda di quando si riesce a formare un gruppo abbastanza numeroso), oppure con un biglietto ridotto al costo di 5,00 Euro, che comprende una visita libera ed individuale ai 12 patios, ovvero i tipici cortili andalusi del palazzo. Noi abbiamo scelto questa seconda opzione e devo ammettere che si è rivelata alquanto azzeccata.

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Completamente liberi e gratuiti sono invece il Teatro Romano, con le sue 11 colonne ancora in piedi e perfettamente conservate, e la deliziosa “Calleja de las Flores”, ovvero il Vicolo dei Fiori, uno degli angoli più caratteristici ed anche fotografati dell’intera città, con i muri bianchi abbelliti da vasi e vasetti pieni di piante appesi alle pareti. Davvero delizioso!

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Teatro Romano

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Cosa vedere a Cordoba in due giorni: itinerario completo, informazioni e consigli

Quanti giorni dedicare a Cordoba: 2 giorni sono a mio parere il tempo ideale per visitare Cordoba con tranquillità.

Dove alloggiare a Cordoba: per la notte passata a Cordoba abbiamo alloggiato all’Hospederia Luis de Góngora, una piccola struttura comoda con il Wifi nelle camere, in pieno centro città. L’hotel, data la sua posizione, non è dotato di parcheggio, ma si può lasciare la macchina in uno pubblico poco distante al costo di 1,10 Euro al giorno.

20 commenti

  • Camilla Assandri

    ottobre 12, 10 2016 11:37:49

    Cordoba è stupenda, poi attraverso le bellissime fotografie che hai scattato con il tempo bello ed il cielo azzurro, non ci sono parole! 🙂

    • Chiara

      ottobre 12, 10 2016 12:13:10

      Grazie Camilla, è vero Cordoba è davvero bella e la luce che ci ha regalato in quei giorni è stata d’aiuto per scattare belle foto! 🙂

  • Stella Nieri

    ottobre 12, 10 2016 01:00:58

    Adoro lo stile moresco e purtroppo non son mai stata in Andalusia (non ancora!) Le immagini trasmettono un’atmosfera così accogliente..bek post, grazie!

    • Chiara

      ottobre 12, 10 2016 02:41:40

      Ciao Stella, sì l’Andalusia è proprio una terra accogliente! A breve usciranno altri post (ne ho un bel po’ nelle bozze!), così potrai farti un’idea di itinerario per quando andrai anche tu! 🙂

  • stefania

    ottobre 12, 10 2016 06:07:30

    E’ meravigliosa, soprattutto la Mezquita. L’ho visitata durante la festa dei patii fioriti ed ho avuto la possibilità di vedere gli atri delle case private tutti pieni di fiori.

    • Chiara

      ottobre 12, 10 2016 06:30:45

      Dev’essere stato un gran bell’evento Stefania! 🙂

  • Diletta – Sempre in Partenza

    ottobre 12, 10 2016 07:04:37

    Quanto mi piace Cordoba!! Poco tempo fa ci sono tornata per la seconda volta e l’ho trovata ancora più carina! Anche se devo dire che alcune cose non sono riuscita a vederle per vari motivi, come i giardini dell’Alcazar che mi hanno sempre incuriosita molto… anche se dopo aver visto quelli di Siviglia immagino che non reggano il confronto 🙂

    • Chiara

      ottobre 12, 10 2016 10:58:16

      Infatti Diletta, i giardini e l’Alcazar stessa non reggono il confronto con quelli di altre città come ad esempio Siviglia…però un giro vale lo stesso la pena farcelo, magari se è gratuito come spiego nell’articolo anche meglio! 🙂

  • Valeria

    ottobre 12, 10 2016 08:50:16

    Hai convinto anche me che non amo particolarmente la Spagna!

    • Chiara

      ottobre 12, 10 2016 10:55:08

      Non ami la Spagna? Male, molto male! 🙂 Vedrò di farti cambiare idea definitivamente con i miei prossimi articoli! 🙂

  • Sara L’Esploratrice

    ottobre 13, 10 2016 09:17:51

    Post molto utile! E questa parte di Spagna di cui tutti parlate così entusiasti mi affascina sempre di più 🙂

    • Chiara

      ottobre 13, 10 2016 11:00:28

      L’unica soluzione Sara? Andarci e controllare con i tuoi occhi! 🙂

  • Agnese – I’ll B right back

    ottobre 13, 10 2016 11:01:10

    Senti, facciamo che i tuoi post sull’Andalusia smetto di leggerli? Mi fai veramente fremere dalla voglia di partire! 🙂
    Bello anche questo post su Cordoba, mi sembra che in due giorni tu abbia visto tutto il “necessario”. Grazie per aver condiviso tutte le info, lo terrò a mente in futuro 🙂

    • Chiara

      ottobre 13, 10 2016 11:11:40

      Guarda Agnese, mi sa che dal prossimo post cambio argomento altrimenti rischio di perderti come lettrice! 🙂 Ovviamente scherzo, grazie per il commento! 🙂

  • ilaria duranti

    ottobre 13, 10 2016 11:37:09

    Ho girato un po’ la Spagna, ma Cordoba mi manca…ne terrò conto quando ci tornerò perché deve essere veramente bella. Diciamo che mi hai dato un bell’assaggio con le tue bellissime parole e immagini!

    • Chiara

      ottobre 13, 10 2016 01:21:14

      Eh sì, in un futuro giro per la Spagna Cordoba merita assolutamente di essere inserita! 🙂

  • Stefania – A spasso per la Spagna

    ottobre 18, 10 2016 02:59:03

    Stupenda! Da visitare assolutamente! Grazie per il consiglio sul lunedì 😉

    p.s= bellissime foto, complimenti! 🙂

    • Chiara

      ottobre 18, 10 2016 09:07:19

      Grazie mille Stefania! Eh sì, il lunedì bisogna fare un po’ di attenzione! 🙂

  • silvia zampieri

    ottobre 26, 10 2016 12:46:59

    Quella zona della Spagna mi manca proprio all’appello! Vedrò di rimediare e di seguire i tuoi utili consigli, soprattutto per orari e aperture. Grazie mille!

    • Chiara

      ottobre 26, 10 2016 01:00:41

      A me invece mancano altre parti della Spagna, ed anch’io spero di rimediare per quelle! 🙂

Lascia un Commento