Il tesoro nascosto della Toscana: il Castello di Sammezzano

Esiste un luogo che mi piace definire misterioso e magico, che ho scoperto per caso navigando in rete e nel quale sinceramente non sono ancora stata: misterioso perché pare che voglia farsi scoprire soltanto da chi sa dove cercarlo; magico perché dall’esterno le sue sembianze sono comuni, quasi ordinarie, mentre appena varchi la soglia sembra di essere catapultati nel mondo delle fiabe orientali.

E per visitare questo luogo non bisogna percorrere migliaia di chilometri o attraversare terre sconfinate, basta soltanto recarsi in Toscana, in provincia di Firenze, dove più precisamente a Leccio di Reggello vi accoglierà con tutta la sua bellezza il moresco Castello di Sammezzano.

Il tesoro nascosto della Toscana: il Castello di Sammezzano

E fin qui tutto nella norma… ma allora dove sta il mistero, vi chiederete voi? Il mistero sta nel fatto che questa meraviglia architettonica è attualmente chiusa ed in stato di abbandono, quindi rimane esclusa dalle normali mete del turismo di massa ed è possibile accedervi soltanto in rarissime occasioni, perlopiù due o tre giorni all’anno, grazie all’impegno di un gruppo di volontari costituitosi nel 2012 e noto con il nome di Comitato FPXA (dalle iniziali del fondatore del castello Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona). Per essere informati sulle aperture bisogna seguire la pagina Facebook “Sammezzano – Comitato FPXA” oppure il sito ufficiale, dove i volontari pubblicano le date di visita e il giorno e l’ora in cui si apre il link per inserire i propri dati per iscriversi ai gruppi. Ma attenzione, perché anche seguendo queste indicazioni non sarà così semplice accedere al castello! Infatti le persone che desiderano visitarlo sono veramente tante e i posti disponibili sempre troppo pochi, così dovrete cercare di essere velocissimi perché come si aprirà il link si scatenerà il finimondo!

Il mio consiglio è quello di essere pronti davanti al computer già qualche minuto prima (non troppi perché tanto fino all’ora X il link non è attivo) e provare a cliccare più volte finché non vi si apre la pagina…e anche in questo caso, dovrete essere velocissimi nell’inserimento dei vostri dati personali! Infatti non basta accedere semplicemente alla pagina, bisogna anche spedirla, ci sono stati casi in cui quando le persone hanno spinto invio era già tutto pieno! Per darvi solo qualche numero, per questa domenica 15 giugno sono state previste eccezionalmente 800 entrate, e solo nei primi 2 minuti le richieste sono state più di 1700! Una buona novità secondo me è che da stavolta non è possibile prenotare per più di 10 posti mentre prima il limite era fissato a gruppi di 20, e i nominativi di coloro che non sono riusciti ad entrare saranno tenuti in considerazione per eventuali disdette.

Ma in definitiva, perché vi sto raccontando tutto questo, visto che nel mio blog parlo esclusivamente di viaggi che vivo in prima persona? Ve ne parlo perché finalmente, dopo vari tentativi, questa volta sono tra i fortunati che domenica prossima potranno visitare questa meraviglia e non sto davvero più nella pelle perché da quando ho visto le foto delle sue stanze non vedo l’ora di essere là. E poi mi affascina tantissimo il fatto che al castello non si possa accedere in macchina ma esclusivamente a piedi con una camminata attraverso il suo parco esterno della durata di circa 40 minuti. Secondo me sarà un po’ come entrare in un altro mondo…

Il tesoro nascosto della Toscana: il Castello di Sammezzano

N.B: le foto di questo articolo sono state necessariamente prese da Internet, per vedere le mie dal vivo non perdetevi il prossimo articolo sul Castello di Sammezzano!

Leave a Reply