Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest’anno

La fine dell’anno è da sempre il momento di fare bilanci.

E per un viaggiatore (o, per un sottoinsieme della categoria come un Travel Blogger), questi bilanci riguardano, immancabilmente, i viaggi.

Avrò viaggiato quanto volevo? Avrei potuto viaggiare di più? O sono invece soddisfatta di quello che sono riuscita a vedere?

E così, nell’inevitabile confronto tra le mete realizzate o meno nei TravelDreams2015 e quelle nuove e che si spera di far avverare nei TravelDreams2016, ecco spuntare il post riassuntivo del 2015.

Ma io, quest’anno, che cosa ho fatto? Ma soprattutto, dove sono andata?

Ecco a voi il racconto del mio 2015 in sintesi.

Gennaio inizia subito con un viaggetto dopo Capodanno, che mi ha portata alla scintillante manifestazione delle Luci D’Artista a Salerno, spettacolare quanto non abbastanza conosciuta almeno per noi del Nord Italia. Salerno è poi stato una buona base di partenza per un giro alla scoperta della Costiera Amalfitana e di quella Sorrentina, da godersi tranquillamente senza la moltitudine di turisti che si riversano qui nel periodo estivo.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Luci D’Artista a Salerno

Febbraio è per eccellenza il mese del Carnevale e, seppur a me questa manifestazione non faccia impazzire (tranne rare eccezioni come quelli di Venezia e Viareggio!), sono stata invitata dai miei amici riminesi al Carnevale di Fano, in provincia di Pesaro ed Urbino. Devo ammettere che, nonostante i carri non fossero ai livelli di quelli di Viareggio, si sono comunque “difesi bene”, e l’evento è sicuramente molto sentito ed atteso dalla gente delle Marche e dintorni. Da provare se volete passare un pomeriggio divertente senza pensieri. Ah, e l’ingresso è ancora gratuito…il che non guasta mai!

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Carnevale di Fano

A Marzo non mi sono spostata di molto, ma l’ho dedicato all’esplorazione di alcuni luoghi della mia bella Emilia Romagna: prima con la visita di Palazzo Milzetti a Faenza in occasione della prima domenica del mese gratuita, poi con le Giornate Fai alla scoperta di piccoli gioielli architettonici in due paesi limitrofi al mio, Imola e Ozzano dell’Emilia.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Palazzo Milzetti, interno

Ad Aprile si comincia a respirare aria di primavera, e la voglia di viaggiare ritorna a ripresentarsi in modo un po’ più prepotente: questo mese si è aperto con una gita in giornata alla scoperta di Vicenza e si è concluso con uno Smartbox che stava per scadere e che mi ha portato nella direzione delle Cinque Terre.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Cinque Terre, panorama

Anche a Maggio così come a Febbraio si viaggia in base agli inviti ricevuti: stavolta il messaggio parte da un amico bolognese desideroso di tornare alla Festa degli Artisti di Strada di Pennabilli, alla quale era già stato e che aveva apprezzato molto. Detto fatto, a questo piccolo borgo romagnolo vengono aggiunti anche Verucchio e San Leo per completare degnamente l’itinerario!

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Rocca di San Leo

Giugno è uno dei mesi che preferisco in assoluto e il mio 2015 in sintesi arriva al giro di boa: si chiudono le scuole e si inizia a respirare quell’aria di vacanze e di libertà tipica dei mesi estivi. Si parte con un piccolissimo ontheroad in giornata tra Cremona e Modena in previsione di quello ufficiale del mese successivo, e si partecipa ad un interessante weekend romagnolo che vede prima la visita notturna al Castello infestato di Montebello e il giorno successivo il ritorno all’allegra Festa delle Streghe nel borgo di San Giovanni in Marignano.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Festa delle Streghe, San Giovanni in Marignano

Luglio è da un paio d’anni a questa parte sinonimo del “viaggione” estivo: nonostante il caldo afoso si va all’esplorazione delle Ville medicee in Toscana per non perdere neanche stavolta la prima domenica gratuita del mese, poi si parte per due settimane ontheroad alla scoperta di una nazione non troppo conosciuta qui in Italia, la Slovacchia, che però si rivela essere una piacevole sorpresa.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Un paese tipico della Slovacchia

Agosto lo dedichiamo all’evento italiano dell’anno, ovvero l’Expo a Milano, e riusciamo a visitare un numero elevato di padiglioni approfittando di un giorno infrasettimanale durante il quale le file erano ancora abbastanza contenute.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Expo, ingresso

Settembre ci concediamo l’ultimo weekend estivo nella controversa Napoli e verso fine mese, non contenti, decidiamo di tornare per la seconda volta all’Expo, che però stavolta non si rivela essere così produttiva: file triplicate e molti meno padiglioni visitati purtroppo.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Napoli, Maschio Angioino

Ad Ottobre e Novembre (stranamente!), me ne sto buona buona a casa, e il mio 2015 in sintesi si sta per avviare verso la fine…

…ma a Dicembre recupero alla grande: tre gite in giornata alla scoperta dell’Abbazia di Pomposa a Codigoro e Sant’Apollinare in Classe a Ravenna per le prime domeniche del mese gratuite, di Bergamo e dell’Albero di Natale più grande del mondo a Gubbio, nonché un viaggio di fine anno in Slovenia per festeggiare lì il Capodanno.

Il mio 2015 in sintesi: il racconto dei viaggi che ho fatto quest'anno

Albero di Natale, Gubbio

Questo è il mio 2015 in sintesi, che ne dite, nel 2016 riuscirò a fare di meglio? 

Leave a Reply