Itinerario a piedi per Torino: cosa vedere nel centro storico

Torino è una delle città italiane più ricche di monumenti ed opere d’arte, seconda soltanto alla capitale Roma: io ho avuto la fortuna di riuscire a visitarla già due volte, sempre in occasione di weekend lunghi, e tra meno di una settimana ci tornerò per una toccata e fuga di un giorno. Nonostante questo, non sono ancora riuscita a vedere tutto.

Questo perché, oltre ad avere dimensioni notevoli, la città di Torino non si limita a concentrare le sue attrazioni più belle solamente nel centro storico, ma si circonda di dimore lussuose (le cosiddette Residenze Sabaude), anche nelle sue immediate vicinanze.

Oggi voglio illustrarvi un itinerario a piedi per Torino che si snoda tra le più importanti vie del centro, toccando i monumenti che nessuno dovrebbe perdersi la prima volta che viene a visitare questa città.

ATTENZIONE! Prima di cominciare qualsiasi giro sia a Torino che in Piemonte, vi consiglio assolutamente di munirvi della Torino+Piemonte Card, il pass che vi consentirà di avere ingressi gratuiti o ridotti nei numerosi siti culturali della zona. Noi l’abbiamo acquistata in entrambi i nostri soggiorni in città, e tutte le volte abbiamo risparmiato cifre notevoli!

Visitare Torino risparmiando: la Torino+Piemonte Card

Itinerario a piedi per Torino: cosa vedere nel centro storico

Il cuore di Torino è senza dubbio Piazza Castello, sulla quale si affacciano Palazzo Reale e Palazzo Madama.

Se volete cominciare “con il botto”, vi consiglio di partire subito da Palazzo Reale, l’edificio più imponente e spettacolare della dinastia sabauda, nonché residenza ufficiale della famiglia fino al 1865: per evidenziare degnamente il loro potere, tutte le sale sono arredate con mobili di pregio, statue e porcellane, in un susseguirsi di lusso e ricchezza.

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Reale

Palazzo Reale, esterno

Oltre alle stanze nobili dell’edificio è possibile visitare anche l’Armeria Reale, nella quale vengono esposte le collezioni di armi ed armature del Re Carlo Alberto, e la Galleria Sabauda, che conserva una prestigiosa raccolta di quadri di casa Savoia. La visita all’interno del Palazzo Reale è libera ed è assolutamente vietato fare foto.

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Reale

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Reale

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Reale

Foto rubata della Galleria Sabauda

Proprio limitrofo al Palazzo Reale sorge Palazzo Madama, che ospita al suo interno il Museo Civico di Arte Antica, riaperto nel 2006 dopo un lungo periodo di restauri, al quale si accede attraverso il celebre scalone a due rampe opera dell’artista Filippo Juvarra. Il percorso museale si sviluppa su più piani e presenta collezioni di capolavori e oggetti d’arte di inestimabile valore, che spaziano dal Medioevo agli inizi dell’Ottocento.

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Madama

Palazzo Madama, esterno

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Madama

Scalone d’ingresso

Se quella a Torino è la vostra prima visita, non potete in nessun modo andar via senza aver degnamente esplorato il suo simbolo per eccellenza, l’imponente Mole Antonelliana, che osserva tutta la città dall’alto dei suoi 85 metri. Questa ospita al suo interno il Museo Nazionale del Cinema, davvero imperdibile per tutti gli amanti del genere.

Itinerario a piedi per Torino: Mole Antonelliana

Mole Antonelliana, esterno

Al piano terra ci si può sistemare su comode poltrone reclinabili e assistere alla proiezione di alcune scene di film famosi sui grandi mega schermo di fronte a voi (con la luce soffusa tutta intorno il rischio sarà quello di schiacciare un pisolino!); una volta che vi sarete riposati a dovere, potrete proseguire il vostro tour salendo per livelli concentrici verso l’alto, ammirando i tanti scenari ed oggetti di repertorio provenienti da set cinematografici noti al grande pubblico.

Itinerario a piedi per Torino: Museo del Cinema

Itinerario a piedi per Torino: Museo del Cinema

Le comodissime poltrone viste dall’alto

Itinerario a piedi per Torino: Museo del Cinema

Pupazzo dei Gremlins

Terminato il giro prendete poi l’ascensore panoramico dalle pareti trasparenti, che vi trasporterà a velocità elevata fino sulla cima della cupola, dalla quale dominerete l’intero centro di Torino.

Itinerario a piedi per Torino: Museo del Cinema

Itinerario a piedi per Torino: Museo del Cinema

Altro museo assolutamente imperdibile (oltre al già citato Museo Nazionale del Cinema) è il Museo Egizio, di fama internazionale per avere il titolo di più importante in Italia e secondo per grandezza soltanto a quello del Cairo. Ospitato all’interno dell’Accademia delle Scienze, riesce a coprire con le sue collezioni di antichità e i suoi 30000 reperti un periodo di quasi 5000 anni di storia.

Itinerario a piedi per Torino: Museo Egizio

Itinerario a piedi per Torino: Museo Egizio

Itinerario a piedi per Torino: Museo Egizio

Di più modeste dimensioni ma ugualmente meritevole di una visita, è Palazzo Carignano, sempre in pieno centro, che ospita il Museo del Risorgimento Italiano, ovvero la più completa documentazione della storia dell’Unità d’Italia, nel periodo compreso tra il 1706 e il 1946. Le collezioni sono conservate all’interno del piano nobile del palazzo, ed è possibile  ammirare anche l’Aula del Parlamento Subalpino, rimasta perfettamente inalterata dall’ultima seduta del 1860.

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Carignano

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Carignano

Itinerario a piedi per Torino: Palazzo Carignano

Aula del Parlamento Subalpino

Dato l’elevato numero di musei di Torino, sarà altamente improbabile riuscire a visitarli tutti in un’unica vacanza, ma nel vostro itinerario vi consiglio di inserire anche il MAO, ovvero il Museo di Arte Orientale, sempre se siete amanti del genere o se volete staccare dallo stile più classico di quelli visti finora. Questa esposizione è una dei più recenti musei di Torino, inaugurato nel 2008 all’interno dello storico Palazzo Mazzonis.

Itinerario a piedi per Torino: Museo di Arte Orientale

Itinerario a piedi per Torino: Museo di Arte Orientale

Itinerario a piedi per Torino: Museo di Arte Orientale

Dopo questa immersione nella cultura, potreste avere voglia di fare quattro passi liberamente per le vie della città: fra le attrazioni da non perdervi camminando rientrano senza alcun dubbio il Duomo, l’imponente Chiesa della Consolata e Piazza San Carlo, dove annualmente si tiene l’immancabile concerto di Capodanno.

Itinerario a piedi per Torino: Duomo

Duomo

Itinerario a piedi per Torino: Chiesa della Consolata

Chiesa della Consolata

Itinerario a piedi per Torino: Piazza San Carlo

Statua in Piazza San Carlo

L’itinerario a piedi che vi ho illustrato è bello denso, e se volete variare un po’ con qualche mezzo di trasporto pubblico oppure avete a disposizione una macchina vostra, potreste considerare l’idea di spostarvi e di raggiungere la Basilica di Superga, la grande chiesa barocca che con la sua facciata gialla svetta su Torino dall’alto delle colline circostanti. Purtroppo questo monumento è noto anche per un triste avvenimento di cronaca nera: è proprio qui che si schiantò, infatti, l’aereo che riportava a casa la squadra del Torino da Lisbona, in cui persero la vita ben 31 persone.

Itinerario a piedi per Torino: Basilica di Superga

Basilica di Superga, esterno

Itinerario a piedi per Torino: Basilica di Superga

Itinerario a piedi per Torino: Basilica di Superga

Dove alloggiare a Torino: durante il nostro soggiorno abbiamo scelto di pernottare all’Hotel Giotto, non proprio centrale ma molto comodo alla fermata della metropolitana, e con un buon rapporto qualità/prezzo.

Dopo questo mio itinerario a piedi per Torino siete invece curiosi di scoprire dove vanno i torinesi che vogliono “evadere” dal centro città? Il prossimo post sarà tutto dedicato al Parco del Valentino, la più importante area verde di tutta Torino!

2 commenti

  • Anna

    Settembre 13, 09 2019 02:01:04

    Da torinese il tuo post mi riempie d’orgoglio, sono felice che Torino ti sia piaciuta, è una città in fermento e vederla crescere come attrattiva e non più solo come “fiat e juve” è un piacere!

    • Chiara

      Settembre 13, 09 2019 05:31:30

      Bene, sono contenta, la tua città mi è davvero piaciuta molto, e della Fiat e della Juve non me ne intendo per nulla! 🙂

Leave a Reply