Guida alle città dell’Ungheria, alla scoperta delle più famose oltre Budapest

Prima che iniziate a leggere questo articolo, devo farvi una doverosa premessa, per specificare al meglio quello che potevo soltanto accennare nel titolo: tutta l’Ungheria, fatta eccezione per Budapest e la zona del Lago Balaton, è poco turistica, come ho avuto modo di appurare nel corso del mio on the road di due settimane in questa nazione.

Quello che forse non tutti immaginano è che esiste un’Ungheria oltre Budapest, fatta di altre città anche di dimensioni abbastanza vaste, ma che ancora oggi vengono raggiunte molto poco (anzi, quasi per nulla) dal turismo di massa. Ecco, allora, che ho pensato di raggruppare in questa guida i centri che abbiamo toccato nel corso del nostro itinerario, perché avessero anche loro voce in capitolo nella promozione di questo territorio quasi per niente esplorato.

Guida alle città dell’Ungheria: Győr

Győr è una delle principali città dell’Ungheria per dimensioni, riconosciuta a livello nazionale in quanto capitale della regione del Transdanubio Occidentale. Nell’organizzazione del nostro itinerario, non abbiamo trovato attrazioni a pagamento che ci interessassero particolarmente, quindi ci siamo limitati ad un giro libero per le vie della città, che ci ha accolto con ampi vialoni e spaziose piazze, spesso abbellite con colonne al loro centro o con fontane di varie forme e variopinti edifici barocchi.

Essendo un’amante delle statue particolari, devo ammettere che anche qui sono riuscita a scovarne qualcuna, nonostante sulle guide consultate non se ne facesse cenno: ho trovato particolarmente interessante quella raffigurante l’Arca Santa, che venne donata alla città dall’imperatore Carlo III nel 1731, insieme ad un’altra, nelle sue vicinanze, che rappresenta l’arcangelo San Michele.

Tuttavia, il nucleo antico più importante di questa cittadina si trova sulla Collina del Capitolo, sulla cui cima sono stati eretti tutti gli edifici più significativi: in particolare, potrete ammirare il Palazzo del Vescovo e la Basilica, nella quale è conservata una preziosa reliquia, l’erma del re San Ladislao, che ha reso Győr una delle principali città religiose dell’Ungheria e meta di numerosi pellegrinaggi.

Guida alle città dell'Ungheria: Győr

Guida alle città dell'Ungheria: Győr

Arca Santa

Guida alle città dell'Ungheria: Győr

Guida alle città dell’Ungheria: Miskolc

Per visitare la seconda città dell’Ungheria che vi propongo, ovvero Miskolc, dobbiamo invece spostarci nel lato nord-orientale della nazione, facendo un bel po’ di chilometri in macchina se deciderete di partire direttamente da Győr.

Miskolc ci accoglie in modo imprevisto, con una chiesa in legno che tanto mi ha ricordato il nostro itinerario della Slovacchia proprio alla scoperta di queste costruzioni tipiche. Purtroppo per noi, l’abbiamo trovata chiusa, senza troppe indicazioni su eventuali orari di apertura, così ci siamo dovuti accontentare di ammirarla dall’esterno (ed era chiusa anche quando siamo ripassati dopo il giro della città).

Questa cittadina si presenta calma e ordinata, e non racchiude al suo interno opere di particolare rilievo artistico, anche se vi consiglio almeno un passaggio alle rovine del Castello medievale di Diósgyőr

Nei dintorni di Miskolc, potrete fare una pausa immersi nella natura a Lillafüred, una rinomata località turistica della zona, nella quale spicca il lussuoso Palace Hotel: l’albergo non può essere visitato se non siete clienti, ma potrete fare una passeggiata nei suoi giardini pensili, fino a raggiungere la piccola cascata artificiale del parco.

Guida alle città dell'Ungheria: Miskolc

Chiesa in legno

Guida alle città dell'Ungheria: Miskolc

Castello medievale di Diósgyőr

Guida alle città dell'Ungheria: Miskolc

Lillafüred

Guida alle città dell’Ungheria: Eger 

Non troppo distante da Miskolc è Eger, cittadina capoluogo della provincia di Heves. Anche questo centro, come era già successo con Győr, ci accoglie con ampi spazi e palazzi barocchi illuminati dal sole, e la giornata è così invitante che preferiamo fare un giro all’aperto per le vie della città, entrando solamente in qualche chiesa per rinfrescarci.

Giardini curati e rigogliosi nonostante il caldo e piccoli negozi di souvenir ci hanno accompagnato fino alla Fortezza, costruita sulla collina che domina la città, e che è oggi adibita a Museo e Pinacoteca. Di particolare importanza storica è inoltre il Minareto, rilevante testimonianza della presenza dei Turchi in Europa.

Guida alle città dell'Ungheria: Eger

Fortezza

Guida alle città dell'Ungheria: Eger

Minareto

Guida alle città dell'Ungheria: Eger

Guida alle città dell’Ungheria: itinerario dell’Art Nouveau

Gli itinerari tematici mi sono sempre piaciuti e quando, documentandomi, ho scoperto che se ne poteva realizzare anche uno qui in Ungheria, mi sono messa subito all’opera per organizzarlo: il filo conduttore è stato l’Art Nouveau, che ci ha visto esplorare tre città di diverse dimensioni dell’Ungheria meridionale, ovvero KecskemétKiskunfélegyháza e Szeged (Seghedino), visitate proprio in questo ordine nel corso di un’unica giornata.

Kecskemét, sono due i simboli dello Stile Liberty: il Municipio, dalla facciata color salmone, e la Cifra Palota (che letteralmente, significa “palazzo decorato” in ungherese), che può essere visitata anche all’interno con un biglietto di poco più di 2 Euro, con l’aggiunta di un piccolo supplemento per fare le foto. La sala interna più importante e decorata è la Sala dei Pavoni, dalle pareti bianche e il soffitto azzurro, lungo il quale sono rappresentati vari esemplari di questo animale. Anche le facciate esterne sono decorate con motivi floreali, mentre il tetto è realizzato con ornamenti in maiolica che spaziano tra il giallo e il verde.

Guida alle città dell'Ungheria: Kecskemét

Municipio

Guida alle città dell'Ungheria: Kecskemét

Cifrapalota

Guida alle città dell'Ungheria: Kecskemét

Cifrapalota – Sala dei Pavoni

A Kiskunfélegyháza, cittadina del nome impronunciabile, abbiamo fatto un giro veloce, sia per le sue ridotte dimensioni, sia perché qui l’unico palazzo che richiama l’Art Nouveau è il Municipio, che però può essere visitato soltanto esternamente.

Guida alle città dell'Ungheria: Kiskunfélegyháza

Di dimensioni molto maggiori è Szeged, che sicuramente merita un giro nel suo centro storico non solo per gli edifici in Stile Liberty che si trovano lungo le sue vie, ma anche per le statue dalle forme strane che tanto mi piacciono, e che qui ritornano preponderanti. Imperdibile, è la Cattedrale di Nostra Signora d’Ungheria, dalla facciata imponente e dagli interni riccamente decorati.

Guida alle città dell'Ungheria: Szeged

Guida alle città dell'Ungheria: Szeged

Guida alle città dell'Ungheria: Szeged

Cattedrale di Nostra Signora d’Ungheria

Se questa mia guida alle città dell’Ungheria vi ha incuriosito e volete scoprirne altre, vi lascio anche i miei due articoli dedicati alle cittadine di Sopron e Pécs che, per via dei loro tesori artistici, si sono aggiudicate un post a parte! 

22 commenti

  • Flavia

    aprile 04, 04 2018 04:17:52

    Non son mai stata da quella parte dell’Europa ma sto leggendo sempre più post a riguardo..e sta decisamente iniziando ad intrigarmi! Oltretutto leggo che spesso le visite sono anche a misura di famiglia, quindi altro punto in più

    • Chiara

      aprile 10, 04 2018 11:28:57

      Quindi direi che puoi tranquillamente organizzare Flavia! 🙂

  • mariacarla

    aprile 04, 04 2018 05:00:12

    Ho visitato solo Budapest alcuni anni fa. L’ungheria è nei miei programmi da diverso tempo …..il tuo post utilissimo per l’organizzazione del mio viaggio 🙂

    • Chiara

      aprile 10, 04 2018 11:27:24

      Grazie Mariacarla! 🙂 In effetti Budapest è la più visitata, le altre zone restano molto più in ombra…felice di avertele fatte scoprire! 🙂

  • Vagabondele

    aprile 04, 04 2018 05:56:24

    Attraverso i tuoi post, sto scoprendo un Paese meraviglioso e che mi incuriosisce sempre più! Grazie per i tuoi preziosi suggerimenti!

    • Chiara

      aprile 10, 04 2018 11:27:57

      Grazie a te Elena per i tuoi commenti sempre super positivi! 🙂

  • Zucchero Farina in viaggio

    aprile 13, 04 2018 10:14:15

    Gyor l’abb visitata anche noi la scorsa estate, una visita di qualche ora. Mi sono innamorata delle insegne dei negozi

    • Chiara

      aprile 14, 04 2018 06:03:56

      Gyor è poco conosciuta ma molto carina!

  • Robi – Tre cuori e una valigia

    aprile 13, 04 2018 10:25:19

    Ho visitato solo Budapest ma sembra una zona davvero bellissima e perfetta anche con i bambini.

    • Chiara

      aprile 14, 04 2018 06:04:38

      In effetti è molto tranquilla anche per chi viaggia con bambini!

  • anna

    aprile 14, 04 2018 12:24:50

    io dell’ungheria conosco solo Budapest, in effetti poco. Grazie per le indicazioni di altri posti, sembrano veramente molto belli. Mi appunto questo post per il mio prossimo giro in Ungheria.

    • Chiara

      aprile 14, 04 2018 06:54:29

      Volentieri Anna, se avrai bisogno di ulteriori informazioni io sono qui!

  • Alessia

    aprile 14, 04 2018 03:38:15

    Che bello trovare dei posti ancora non invasi dai turisti! Hai fatto proprio bene a farti questo on the road e soprattutto a raccontarcelo !!!

    • Chiara

      aprile 14, 04 2018 06:53:36

      Grazie Alessia, in effetti l’Ungheria al di fuori di Budapest è ancora molto sottovalutata a livello turistico!

  • Valeria

    aprile 14, 04 2018 11:44:03

    Ma che carine queste città! In effetti è difficile trovare materiale sull’Ungheria oltre alla capitale, questo articolo mi sarà utile per uno dei prossimi viaggi 😀 Grazie!

    • Chiara

      aprile 15, 04 2018 12:02:28

      Allora sono contenta di esserti stata utile Valeria, se avrai bisogno di altre informazioni chiedimi pure! 🙂

  • Dani

    aprile 15, 04 2018 08:34:39

    Tutte città che non conoscevo… sembrano una più bella dell’altra!

    • Chiara

      aprile 15, 04 2018 12:19:39

      Ciao Daniela, in effetti sono questi sconosciute ma molto piacevoli da visitare!

  • Giulia

    aprile 15, 04 2018 09:30:07

    Oh che bello che siete stati anche a Kecskemét, Kiskunfélegyháza e Szeged, sono molto belle! Szeged poi mi piace tantissimo! Per il nostro primo anniversario – qualche anno fa- ci siamo regalati un weekend al Palota di Lillafüred, è stupendo anche dentro 🙂

    • Chiara

      aprile 15, 04 2018 10:54:53

      Infatti avevo preso qualche spunto anche dai tuoi post Giulia! 😉

  • Stefania Ciocconi

    maggio 04, 05 2018 10:14:36

    Sono tutte cittadine splendide 🙂 Io sono andata a Budapest in aereo perciò non ho avuto modo né tempo di visitare altro, un viaggio on the road permette di fare un itinerario sicuramente più completo per conoscere un Paese.

    • Chiara

      maggio 04, 05 2018 04:13:49

      Esatto Stefania, gli on the road sono i miei preferiti proprio per questo motivo!

Leave a Reply