Dormire in un castello in Emilia Romagna: una notte da favola a Compiano

Dormire in un castello credo sia il sogno di molti, ed era anche il mio, finché non sono riuscita a realizzarlo qualche settimana fa… ma cominciamo il racconto per gradi! Ad inizio agosto, siamo stati infatti invitati da Elisa dell’Ufficio Turistico Borgo Val di Taro per un blogtour alla scoperta dell’Alta Valtaro, zona della provincia di Parma al confine con la Liguria e la Toscana. 

Il programma mi è sembrato da subito molto interessante, dal momento che era personalizzato e perfettamente in target con gli argomenti del mio blog, che trattano essenzialmente di viaggi di coppia. E se anche voi avete in mente di organizzare un weekend a due in Emilia Romagna, che cosa c’è di più romantico di concedersi per una volta un piccolo lusso trascorrendo una notte da favola in un castello? Probabilmente nulla…

Dormire in un castello in Emilia Romagna: una notte da favola a Compiano

Siamo arrivati nel borgo di Compiano a metà pomeriggio, per partecipare al Festival degli Orsanti che si sarebbe tenuto proprio in quella giornata, e il castello si è presentato a noi maestoso già da lontano. Abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio adiacente ad una delle porte di ingresso al paese, dal momento che il centro storico è completamente pedonale e riservato soltanto agli abitanti o a chi ha permessi speciali; da lì, abbiamo trascinato i nostri trolley lungo i vicoli lastricati di sassi, e in un paio di minuti ci siamo ritrovati davanti al portone di ingresso del castello

Dormire in un castello in Emilia Romagna: una notte da favola a Compiano

Dormire al Castello di Compiano: l'ingresso

Dormire al Castello di Compiano: l'ingresso

Il Castello di Compiano è oggi un Relais a 4 stelle, aperto tutto l’anno. Le camere sono state ricavate dalle stanze del terzo piano, e sono adiacenti al camminamento di ronda, lungo il quale si gode di un ottimo panorama su tutto il borgo sottostante; nelle torri laterali, sono state ricavate anche alcune location d’atmosfera a lume di candela, ideali per poter degustare aperitivi o cene intime. 

Dormire al Castello di Compiano: il panorama

Dormire al Castello di Compiano: le sale nelle torri

Dormire al Castello di Compiano: le sale nelle torri

Appena usciti dall’ascensore, abbiamo subito respirato un’atmosfera altolocata d’altri tempi, fatta di tappeti, statue e quadri alle pareti. Le camere dell’hotel sono dedicate alle famiglie nobili che nel corso di mille anni hanno collegato la propria storia con quella del castello, e per questo motivo ogni chiave è contrassegnata da uno stemma diverso (noi, ad esempio, avevamo quella dei Borbone). Le camere si suddividono in standard, superior con arredi d’epoca e suite e, anche se l’ambiente è antico, sono state totalmente ristrutturate e sono dotate di ogni confort; l’unico problema che abbiamo riscontrato è che nella nostra stanza non prendeva per nulla il wifi e, per utilizzare Internet, dovevo continuamente scendere nella reception.

Dormire al Castello di Compiano: i corridoi

Dormire al Castello di Compiano: i corridoi

Dormire al Castello di Compiano: la nostra camera

All’interno del castello è presente anche un ristorante, Al Panigaccio, specializzato in carne e piatti lunigiani, i panigacci per l’appunto; la sala interna è riservata agli ospiti delle camere, ma può diventare anche la location ideale per cerimonie, feste, matrimoni, anniversari ed eventi aziendali di prestigio. Noi non abbiamo provato la sua cucina perché quella sera abbiamo cenato al Festival degli Orsanti in paese, però dal menù appeso esternamente i prezzi sembravano abbastanza contenuti pur trovandosi in una dimora di lusso. 

Mangiare al Castello di Compiano: il ristorante

Da un mese a questa parte è stato inoltre aggiunto un ulteriore servizio per gli ospiti con l’inaugurazione della piscina all’aperto, in cui ci si può rinfrescare e rilassare dalle 10 alle 18 circa (anche se in effetti gli orari sembrano essere più elastici); noi purtroppo avevamo una giornata piuttosto fitta di impegni e non siamo riusciti a farci un tanto agognato tuffo! 

Dormire al Castello di Compiano: la piscina

Il nostro soggiorno da favola a Compiano si è concluso la mattina seguente nella sala della colazione, nella quale ogni tavolo è contrassegnato dallo stemma corrispondente a quello della stanza. La colazione si può effettuare dalle 8 alle 10 ed è ricca ed abbondante, ma soprattutto prevalentemente dolce come piace a me!

Dormire al Castello di Compiano: la sala della colazione

Visita al Castello di Compiano: informazioni pratiche 

Sarebbe un vero peccato dormire al Castello di Compiano senza visitare il suo piano nobile, cosa che noi abbiamo fatto nel pomeriggio del sabato prima di uscire per il Festival. Le visite sono sempre guidate e nei mesi di luglio ed agosto vengono fatte tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18, ad ogni ora.

Il tour del castello si snoda attraverso stanze con pavimenti e soffitti a cassettoni originali del Quattrocento, e sono riccamente arredate, riflettendo il gusto estetico della sua ultima proprietaria, la Marchesa Lina Raimondi Gambarotta, che visse qui dal 1966 al 1986 raccogliendovi la sua collezione di opere d’arte; alla sua morte, donò il castello al Comune di Compiano, che ne aprì le sale al pubblico. La sua tomba si trova oggi nella piccola cappella all’inizio del percorso. 

Visita al Castello di Compiano: sale del piano nobile

Visita al Castello di Compiano: sale del piano nobile

Visita al Castello di Compiano: la Cappella

Al termine delle stanze in cui viveva la Marchesa, se ne trovano altre da lei non utilizzate, che ospitano oggi un museo unico nel suo genere in Italia, il Museo Massonico Internazionale “Orizzonti Massonici”, che, attraverso quadri, medaglie e cimeli di ogni genere, vuole illustrare il simbolismo massonico inglese del Settecento e dell’Ottocento.

Visita al Castello di Compiano: il Museo Massonico Internazionale

Per concludere il tour guidato, si passa poi alle cucine, all’interno delle quali è stato allestito un piccolo museo enogastronomico, che raccoglie strumenti legati alle antiche produzioni artigianali di prodotti locali della Valtaro e della Provincia di Parma.

Visita al Castello di Compiano: le cucine

Il costo del biglietto per la visita al Castello di Compiano è di 7 Euro. 

Per qualsiasi informazione in merito al soggiorno o alla visita al castello, i contatti sono:

Castello di Compiano

via Marco Rossi Sidoli 15

Compiano (PR)

Telefono: 0525/825541

info@castellodicompiano.it

E voi? Avete mai dormito in un castello o sognate invece di farlo? Se avete già provato questa esperienza, fatemi sapere dove: io sono già alla ricerca del mio prossimo weekend da favola!

Dormire in un castello in Emilia Romagna: una notte da favola a Compiano

– Post in collaborazione con l’Ufficio del Turismo di Borgo Val di Taro –

www.turismovaltaro.it 

8 commenti

  • italobackpackers

    Settembre 06, 09 2019 07:53:14

    Puoi dirlo forte, dormire in un castello e vivere una giornata da principesse è proprio il sogno di tutte! Io ho realizzato questo sogno in Alto Adige e ricordo la sensazione bellissima di svegliarsi la mattina con la vista sulla vallata. Questo dove siete stati voi è davvero stupendo! Magari potrei fare una gita fuori porta quando vado a Bologna 😛

    • Chiara

      Settembre 07, 09 2019 12:35:50

      Esatto Marta, potresti approfittarne in quell’occasione! Però anche la location in Alto Adige mi ispira parecchio! 🙂

  • Serena – Sognando Viaggi

    Settembre 07, 09 2019 11:05:40

    Dormire in un castello è anche uno dei miei sogni! Da buona romantica, un’esperienza come questa mi piacerebbe moltissimo!Proverò a suggerirlo come regalo di compleanno!

    • Chiara

      Settembre 07, 09 2019 12:37:23

      Esatto Serena, di sicuro sarebbe un bel regalo di compleanno originale! 🙂

  • Simona

    Settembre 07, 09 2019 12:38:45

    Sai che mi è capitata una cosa simile? Io partecipavo a un blog tour in Puglia e non sapevo che avrei dormito in un castello. Fu una bellissima sorpresa e al tempo stesso un’emozione unica. Era la mia prima volta e resterà indimenticabile!

    • Chiara

      Settembre 07, 09 2019 12:48:17

      Immagino Simona! Io ero già stata avvisata prima di partire, ma era comunque un sogno che si avverava! 🙂

  • Silvia The Food Traveler

    Settembre 07, 09 2019 02:37:19

    Non ho mai dormito in un castello, e la cosa che forse si avvicina di più è stata la notte passata in un maniero in Inghilterra. Ma il castello rimane un sogno! Mi segno il tuo consiglio perché tutto sommato dal Piemonte potrei organizzarmi per un weekend. Mi piace molto anche il fatto che ci sia un ristorante all’interno, in modo da evitare di prendere la macchina e soprattutto guidare per rientrare dopo aver magari bevuto un bicchiere 😉

    • Chiara

      Settembre 07, 09 2019 02:45:14

      Ciao Silvia, in effetti Compiano rimane nella punta ad ovest dell’Emilia Romagna, quindi anche per te sarebbe relativamente comodo! Una notte da principessa prima o poi va assolutamente provata! 🙂

Leave a Reply