Cosa vedere sull’Isola di Lindau: itinerario a piedi e principali attrazioni

Solitamente, quando racconto una destinazione che ho visitato, mi piace per prima cosa farvi scoprire in maniera dettagliata le singole tappe che ho inserito nel programma di viaggio, e solo alla fine redigere l’itinerario completo nella sua interezza, che nella maggior parte dei casi si tratta di on the road. Ma proprio mentre stavo mettendo nero su bianco la mia settimana trascorsa sul Lago di Costanza, con tutte le mete visitate e gli spostamenti da una all’altra, mi sono accorta con stupore di non avervi ancora illustrato nello specifico cosa vedere sull’Isola di Lindau, piccolo lembo di terra collocato lungo la costa tedesca. Dovendo assolutamente rimediare a questa mia mancanza, vi illustrerò in questo articolo le attrazioni più importanti da visitare sul suo territorio.

Come raggiungere l’Isola di Lindau e quanto tempo dedicarle

L’Isola di Lindau è situata nella parte orientale del Lago di Costanza, nella regione del Baden-Wurttemberg, non troppo distante dal confine austriaco. La sua area è collegata alla terraferma da due ponti, uno stradale e pedonale e l’altro ferroviario: noi abbiamo lasciato la macchina in un parcheggio esterno al costo di 1,40 Euro all’ora, e abbiamo attraversato il ponte stradale a piedi.

Per quanto riguarda la visita, abbiamo dedicato all’Isola di Lindau poco più di mezza giornata, tempo a mio parere sufficiente dal momento che la maggior parte delle attrazioni sono libere e possono essere scoperte con un semplice itinerario a piedi. 

Cosa vedere sull’Isola di Lindau: itinerario a piedi

Il nostro itinerario alla scoperta dell’Isola di Lindau è cominciato dallo Stadtgarden, ovvero il parco comunale, che si estende lungo la parte anteriore della città vecchia ed è raggiungibile non appena attraversato il ponte dalla terraferma.

Stadtgarden, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Da qui siamo arrivati con circa 5 minuti di camminata al cuore della cittadina stessa, Marktplatz, caratterizzata dalla centrale Fontana del Nettuno, ed intorno alla quale si affacciano la Cattedrale “Unserer Lieben Frau” dedicata alla Madonna, la Chiesa protestante di St. Stephan e la casa patrizia Haus zum Cavazzen, che dal 1929 ospita il Museo di storia e arte locale. Noi siamo entrati in entrambe le chiese, dagli interni in stile rococò e barocco, mentre al museo abbiamo dovuto rinunciare perché era al momento chiuso per lavori di ristrutturazione.

Marktplatz, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Proseguendo per Ludwigstraße, abbiamo raggiunto Reichsplatz, dove svetta il quattrocentesco Altes Rathaus, dalla facciata riccamente decorata; al centro del piazzale, potrete inoltre ammirare la Fontana di Lindavia, eretta nel 1884, la cui statua centrale, attorniata da altre quattro figure in bronzo, rappresenta l’incarnazione femminile della città.

Altes Rathaus, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Fontana di Lindavia, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Da qui si raggiunge in un attimo Maximilianstraße, la via principale di Lindau, un susseguirsi di palazzi antichi e case dai colori variopinti risalenti al ‘500, molte delle quali anche a graticcio; attraversandola, si arriva ad un’altra chiesa degna di nota del centro storico, la Peterskirche, costruita nell’anno 1000 e tra gli edifici religiosi più antichi del Lago di Costanza. Al suo interno, si trova un ciclo pittorico dedicato alla Passione di Cristo, mentre a fianco della sua facciata si erge la trecentesca Diebsturm, definita anche “Torre dei Ladri”, dal momento che è stata la prigione cittadina per molti anni.

Maximilianstraße, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Diebsturm, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Dopo aver visitato le principali attrazioni del centro storico di Lindau, abbiamo fatto una piacevole passeggiata per raggiungere il porto, che nei secoli passati era uno dei più rinomati della Baviera. Qui svetta maestoso uno dei simboli indiscussi dell’intera cittadina: la Mangturm, torre in pietra quadrata alta 20 metri, fatta costruire nel XII secolo come parte delle fortificazioni della città medievale. Questo edificio era inizialmente circondato dall’acqua e accessibile solo tramite un ponte levatoio, e aveva la funzione di faro e punto di osservazione, ruolo che però perse quando nel 1856 venne edificato il nuovo faro proprio all’imboccatura del porto. Oggi alla Mangturm è possibile accedere soltanto in alcune occasioni, dedicate soprattutto alla lettura di fiabe per bambini.

Mangturm, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Il faro nuovo si fronteggia ancora oggi con il Löwenmole, l’imponente leone di pietra, che con i suoi 6 metri di altezza e le sue 70 tonnellate di marmo vuole testimoniare la forza e la fierezza bavarese. Sul faro è possibile anche salire (cosa che abbiamo fatto anche noi), per poter ammirare il panorama e la zona del porto dall’alto.

Porto, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Löwenmole, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Faro nuovo, Isola di Lindau, Lago di Costanza

Queste sono le mie idee su cosa vedere sull’Isola di Lindau in un itinerario a piedi di mezza giornata, e voi? Conoscevate già questo piccolo lembo di terra riconosciuto e tutelato come monumento storico?

2 commenti

  • Veronica Sala

    Maggio 17, 05 2020 10:16:38

    Non ne avevo mai sentito parlare, sembra davvero molto bello! Io poi ho una passione per le isole, che trovo sempre molto affascinanti, quindi mi incuriosisce ancora di più, me lo segno 🙂 grazie!

    • Chiara

      Maggio 17, 05 2020 11:28:31

      Ciao Veronica, sono contenta di averti dato una nuova ispirazione di viaggio!

Leave a Reply