Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: itinerario a piedi

La Puglia, bisogna ammetterlo, è famosa soprattutto per le sue spiagge ed i colori cristallini del suo mare, che nel periodo estivo richiamano turisti da ogni parte d’Italia e non solo: non essendo però noi grandi amanti di questo tipo di vacanza, abbiamo deciso di scoprire la regione in maniera alternativa, attraverso un on the road incentrato sui piccoli borghi dell’entroterra, molti dei quali compresi nel territorio dell’Alta Murgia. Fra questi, quello che ci ha affascinato maggiormente è stato a mio parere Gravina di Puglia, piccolo centro ricco di storia, al quale consiglio di dedicare almeno una giornata piena, per scoprire al meglio e con calma tutto quello che questo paese ha da offrire.

In questo articolo, vi illustro nello specifico l’itinerario a piedi che abbiamo seguito noi e le principali attrazioni da visitare, e vi lascio tutti i miei suggerimenti su cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno.

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: panorama

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: itinerario e attrazioni da visitare

A Gravina di Puglia siamo arrivati di buon’ora verso le 9, dopo appena un quarto d’ora di macchina partendo dalla vicina Altamura, paese dove abbiamo scelto di alloggiare per i nostri tre giorni in terra pugliese; abbiamo lasciato la macchina in un parcheggio gratuito al limitare del centro storico che qui, come in molti altri borghi simili, non farete di certo fatica a trovare.

La nostra prima tappa della giornata è stata la Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, casa-museo che il barone in punto di morte (1917) volle lasciare in donazione alla città stessa. L’esposizione si sviluppa principalmente su due piani: al primo si estende l’Appartamento padronale, composto da sette sfarzose sale arredate ancora oggi con il mobilio originale dell’epoca, mentre al secondo sono state collocate la pinacoteca e le principali collezioni appartenute al fondatore stesso, e che spaziano da quella archeologica (composta da reperti provenienti da Botromagno) a quella numismatica, fino ad arrivare alle ceramiche e alle maioliche, oltre alle armi e agli abiti d’epoca. Di grande impatto visivo sono la Biblioteca, dagli alti scaffali contenenti più di 7.000 volumi, e i soffitti tavolati risalenti alla seconda metà del XVIII secolo, realizzati con questa tecnica molto in voga nei palazzi nobiliari dell’epoca ed interamente decorati. 

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Fondazione Ettore Pomarici Santomasi

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Fondazione Ettore Pomarici Santomasi

Il percorso prosegue poi al piano terra dove è stata allestita una piccola esposizione di carrozze, anche se la vera sorpresa di quest’area è la ricostruzione della Cripta rupestre di San Vito Vecchio, nella quale si possono ammirare affreschi perfettamente conservati datati fra il XIII e il XIV secolo.

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Cripta rupestre di San Vito Vecchio

Le visite alla Fondazione Ettore Pomarici Santomasi sono esclusivamente guidate ed hanno un costo di 4 Euro; la durata è di un’ora piena ed è caldamente consigliata la prenotazione.

A metà mattina abbiamo così proseguito con una passeggiata libera per il centro storico di Gravina, raggiungendo in appena cinque minuti di cammino Piazza Notar Domenico, sulla quale si affacciano alcune attrazioni degne di nota: la Biblioteca Capitolare Finia, così chiamata dal nome del suo maggior donatore e ritenuta la più antica biblioteca pubblica della Puglia, Le Quattro Fontane al centro e la Chiesa di Santa Maria del Suffragio (anche conosciuta con il nome più popolare e volgare di Chiesa del Purgatorio), nata come cappella funeraria della famiglia Orsini e per questo caratterizzata da due scheletri sopra il portone principale; a quest’ultima si può accedere gratuitamente, mentre abbiamo trovato chiusa la biblioteca e quindi ci siamo limitati a guardarla dall’esterno. 

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Biblioteca Capitolare Finia

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Le Quattro Fontane

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Chiesa del Purgatorio

Adiacente a questi edifici è Piazza Benedetto XIII, sulla quale si affaccia la Cattedrale di Santa Maria Assunta, l’edificio religioso più importante del paese (fate attenzione agli orari perché questa, come molte altre chiese della zona, chiudono durante la pausa pranzo). Proprio di fronte si trova uno dei tesori nascosti del centro storico, che dovete assolutamente inserire tra le cosa da vedere a Gravina: il Museo del Cola-Cola, piccolo laboratorio artigianale ad ingresso gratuito, specializzato nella realizzazione di questo tipico fischietto in terracotta con la forma di un uccello colorato. Noi ne siamo usciti con una calamita da aggiungere alla nostra collezione!

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Cattedrale di Santa Maria Assunta

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Museo del Cola-Cola

Visto che si era ormai fatta ora di pranzo, siamo andati alla ricerca di un posto comodo dove fare una sosta non troppo lunga, e abbiamo trovato vicino alla Chiesa di San Francesco d’Assisi un forno che ha soddisfatto appieno le nostre esigenze, e che vi consiglio caldamente per rifocillarvi in maniera gustosa ed economica.

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Chiesa di San Francesco d'Assisi

Nel pomeriggio ci siamo diretti ad uno dei simboli storici di Gravina, il Ponte Viadotto Acquedotto, che avevamo già intravisto in mattinata mentre scattavamo le foto panoramiche, ma che non avevamo ancora visitato ed attraversato: il doppio nome deriva dalla sua duplice funzionalità, in quanto venne progettato sia come viadotto per raggiungere la Chiesa rupestre di Santa Maria della Stella dall’altra parte del burrone, che come acquedotto per l’approvvigionamento della città. Terminato nel 1778, presenta una struttura a doppia arcata, e da esso si possono scattare ottime foto sul profilo del centro storico.

Una volta dall’altra parte, è possibile visitare la chiesa rupestre e gli scavi archeologici con brevi visite guidate, totalmente gratuite e in piccoli gruppi.

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Ponte Viadotto Acquedotto

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: scavi archeologici

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Chiesa rupestre di Santa Maria della Stella

Dopo aver esplorato Gravina in lungo e in largo a piedi, abbiamo deciso di scoprirla anche da un’angolazione più insolita, insieme alle guide dell’associazione Gravina Sotterranea, specializzate nel mostrare a turisti e visitatori il mondo sotterraneo che si dipana al di sotto dei vicoli del centro storico. La discesa avviene in due diversi punti, uno proprio retrostante la biglietteria e uno poco distante, che raggiungerete sempre accompagnati dalla vostra guida; il percorso non è faticoso, e a mio parere è stato un degno completamento del giro in superficie, che ci ha concesso di terminare la giornata in maniera originale.

Il tour completo con Gravina Sotterranea ha la durata di un’ora ed il biglietto costa 10 Euro a persona; le visite sono esclusivamente guidate, partono ogni ora (la nostra era la prima del pomeriggio alle 15,30) e vanno obbligatoriamente prenotate in anticipo sul sito.

Cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno: Gravina Sotterranea

Questi sono i miei suggerimenti su cosa vedere a Gravina di Puglia in un giorno, e voi? Siete mai stati in questo paese o avete altri luoghi di interesse da suggerirmi?

Leave a Reply