Home Belgio Bruges in un giorno, cosa vedere: 10 attrazioni da non perdere

Bruges in un giorno, cosa vedere: 10 attrazioni da non perdere

by Chiara
Bruges in un giorno, cosa vedere: 10 attrazioni da non perdere

Bruges è stata la prima tappa del nostro on the road di due settimane nelle Fiandre, ed è lì che abbiamo lasciato un pezzetto del nostro cuore, pur proseguendo verso altre bellissime città nel corso dell’itinerario successivo. E’ che su questa cittadina, in realtà, avevamo aspettative molto alte: in tanti infatti l’avevano già visitata, e in pratica tutti ce ne avevano parlato in toni entusiasti. Aspettative che, devo ammettere, non sono state per niente deluse. Noi abbiamo avuto la fortuna di poterle dedicare ben tre giorni pieni considerando anche il fatto che, pur non essendo il suo centro storico di dimensioni troppo estese, conserva al suo interno numerose attrazioni degne di nota (soprattutto musei, davvero tanti); tuttavia, so che molti di voi potrebbero non avere lo stesso tempo a disposizione, così ho deciso di dedicare questo mio primo articolo a cosa vedere a Bruges in un giorno, consigliandovi le 10 attrazioni a mio parere imperdibili.

Bruges in un giorno, cosa vedere: 10 attrazioni da non perdere

Cosa vedere a Bruges in un giorno: 10 attrazioni/esperienze da fare

1) Piazza del Mercato (Grote Markt)

Che voi abbiate poco o molto tempo a disposizione, la vostra visita a Bruges non può che iniziare da lei, la Piazza del Mercato (Grote Markt), cuore pulsante della città circondato dalle case colorate con i tipici frontoni a gradoni, che troverete in pratica su ogni souvenir o calamita (come quella che ora è attaccata al nostro frigorifero).

Dopo essere stata completamente restaurata nel 1995 e quasi del tutto vietata al traffico, è diventata il luogo di stazionamento fisso di carrozze intorno alla statua di Breydel e Pieter de Coninck, che simboleggia due eroi fiamminghi. Se volete sedervi per una pausa in uno dei tanti ristoranti, cioccolaterie e locali dove assaggiare birre prodotte secondo la tradizione, questo è il posto che fa per voi.

Su tutta la piazza, domina l’imponente mole della Torre Civica.

Bruges in un giorno, cosa vedere: Piazza del Mercato (Grote Markt)

2) Torre Civica (Belfort)

Per ammirare la Piazza del Mercato dall’alto, il modo migliore è quello di salire sul Belfort, la Torre Civica che con i suoi 83 metri di altezza vi consentirà di far spaziare lo sguardo su buona parte del centro storico circostante. Questo edificio venne eretto in diverse fasi tra il XIII ed il XV secolo ed è oggi entrato a far parte della lista dei Patrimoni Mondiali dell’UNESCO.

Nonostante io non ami molto le salite, sono riuscita a percorrere i suoi 366 gradini senza difficoltà, la scala a chiocciola non è troppo faticosa e ci sono vari piani intermedi in cui fermarsi e riprendere un po’ il fiato; senza andare di fretta, ho impiegato circa 40/50 minuti tra salita e discesa. Oltre al panorama finale che saprà ripagarvi dagli sforzi fatti, lungo il percorso potrete ammirare la sala del tesoro, l’imponente rullo musicale che aziona automaticamente il carillon e la tastiera su cui il maestro campanaro suona le 47 campane. 

Bruges in un giorno, cosa vedere: Torre Civica (Belfort)

3) Piazza del Burg

Ad appena 3 minuti a piedi dalla Piazza del Mercato ne troverete un’altra, un po’ più piccola ma dal grande significato storico, ovvero la Piazza del Burg, E’ proprio da questo luogo che la città si è sviluppata a partire dal IX secolo, ed i conti di Fiandra hanno fatto costruire qui la loro residenza, rendendolo il vero centro di potere cittadino. Alcuni dei maestosi edifici che si affacciano sulla piazza sono oggi aperti al pubblico, quindi dovrete valutare in base alle vostre tempistiche se accedere in alcuni di essi o limitarvi al giro esterno (comunque altamente suggestivo).

Bruges in un giorno, cosa vedere: Piazza del Burg

4) Municipio (Stadhuis)

Nel centro della Piazza del Burg troneggia il decoratissimo Municipio in stile gotico risalente al XIV secolo, che ospita oggi al suo interno l’amministrazione comunale; è uno dei più antichi dei Paesi Bassi e l’innovativo uso delle sculture sulla facciata fu motivo di grande ammirazione da parte dei paesi vicini, tanto da renderlo fonte di ispirazione per i municipi di Lovanio e BruxellesAnche qui potete decidere se visitarlo soltanto dall’esterno o entrare come abbiamo fatto noi per ammirare la Sala Gotica (l’accesso è compreso nella Card della città, la Musea Brugge). 

Bruges in un giorno, cosa vedere: Municipio (Stadhuis)

5) Ponte di Bonifacio 

Come non potrete fare a meno di notare, Bruges è un incantevole su e giù (non faticoso) di ponti e canali, e se vi piacciono gli scorci suggestivi, non dovete farvi scappare il Ponte di Bonifacio, piccolo ponticello a schiena d’asino considerato fra i più antichi della città. Su di esso, potrete catturare scorci interessanti del Museo Gruuthuse e del campanile della Chiesa di Nostra Signora, ma dovrete sbrigarvi a scattare le vostre foto perché lo spazio non è molto e viene spesso preso d’assalto dai tanti turisti.

Bruges in un giorno, cosa vedere: Ponte di Bonifacio

6) Giro in barca lungo i canali

Una visita di Bruges sarebbe assolutamente incompleta senza un giro in battello lungo i suoi canali, anche se avete soltanto un giorno da dedicarle: d’altronde, il tour completo richiede soltanto una mezz’ora, ma mettete in conto che negli orari di punta potreste trovare un po’ di fila agli attracchi, perché le barche contengono soltanto piccoli gruppi. Ad ogni modo, a mio avviso è interessante scoprire la città da una prospettiva “dal basso”, facendosi cullare dal movimento fluido delle onde e passando sotto ai ponti che avete poco prima attraversato a piedi.

Nel centro sono allestite 5 banchine dalle quali imbarcarsi, i battelli seguono tutti lo stesso itinerario e le partenze sono garantite da marzo a metà novembre (il costo è di 12 Euro, gratuito se avete invece la Bruges Card).

Bruges in un giorno, cosa vedere: giro in barca lungo i canali

7) Beghinaggio

Le beghine erano donne nubili che non pronunciavano alcun voto monastico, ma che decidevano in completa autonomia di trasferirsi in appositi quartieri, detti il Beghinaggio, vere e proprie oasi di pace religiosa e spirituale. Dei 26 di questi luoghi presenti sul territorio belga, nel 1998 13 sono stati riconosciuti dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità, e tra questi rientra anche quello di Bruges, che in effetti è uno dei più caratteristici e meglio conservati, con il suo grande cortile circondato da casette tutte alte uguali e dipinte di bianco. 

Assolutamente da visitare per fare un salto indietro nel tempo e per la particolarità del complesso.

Bruges in un giorno, cosa vedere: Beghinaggio

8) Lago dell’Amore (Minnewater)

Il Lago dell’Amore e l’omonimo parco sono leggermente spostati ai margini del centro storico, e sono considerati oggi il luogo romantico della cittadina per eccellenza. In realtà, questa vasta distesa verde era un tempo un enorme prato che fino al XX secolo le donne utilizzavano per stendere ed asciugare i panni, mentre il laghetto rettangolare era nell’antichità l’ormeggio per le barche trainate che garantivano il collegamento fisso tra Bruges e Gand. Noi l’abbiamo inserito come attrazione finale della giornata per fare un’ultima passeggiata prima di tornare alla macchina.

Bruges in un giorno, cosa vedere: Lago dell'Amore (Minnewater)

9) Visita ad uno dei tanti musei del centro storico

Sono sicura che Bruges in un giorno vi incanterà semplicemente passeggiando per i suoi vicoli ed ammirando i suoi canali, però almeno uno dei suoi musei vi consiglio di provare ad inserirlo, perché ce ne sono davvero tanti e per tutti i gusti: tra i più famosi potrei elencarvi brevemente il Museo Groeninge, il Museo Gruuthuse o il Museo dei Diamanti, mentre tra quelli che ho preferito io inserirei anche l’Historium Brugge. Ovviamente questo è solo un accenno in attesa del mio prossimo articolo dedicato nello specifico proprio ai musei di Bruges.  

Bruges in un giorno, cosa vedere: Museo Gruuthuse

10) Gastronomia a Bruges: cioccolato, patatine fritte e birra

Non si può di certo andarsene da Bruges senza aver assaporato almeno una delle sue specialità gastronomiche tipiche, ovvero il cioccolato, le patatine fritte e la birra (noi in realtà le abbiamo degustate tutte e tre).

Sempre a seconda del tempo che avete a disposizione, potete scegliere come approcciarvi a queste prelibatezze: se ne avete poco, semplicemente facendo una pausa golosa in uno dei tanti locali che troverete in giro per il centro di Bruges, se invece ve n’è rimasto un po’ di più, potreste considerare di investirlo al Museo delle Patatine Fritte, al Choco-Story o alla Birreria Borgogna delle Fiandre (gli ultimi due con degustazione finale compresa nel biglietto). 

Bruges in un giorno, cosa vedere: Birreria Borgogna delle Fiandre

Queste sono a mio parere le 10 attrazioni/esperienze da non perdere se volete visitare Bruges in un giorno ma, come vi ho già accennato, molto altro vi aspetta in questa cittadina delle Fiandre… a presto con nuovi articoli! 



Booking.com

Potrebbero interessarti

Lascia un commento