Cosa vedere a Biella in un giorno: attrazioni principali ed itinerario a piedi

Nel nostro ultimo weekend piemontese, dopo aver visitato il Santuario di Oropa ed alcuni paesi nelle sue vicinanze, abbiamo dedicato un’intera giornata a Biella, cittadina dalle origini medievali situata ai piedi delle Alpi. Devo ammettere che questa decisione si è rivelata assolutamente azzeccata, perché i punti di interesse del suo centro storico sono vari ed è stato bello scoprirli senza andare troppo di fretta, godendoci in maniera piena sia i suoi vicoli acciottolati che i suoi palazzi più famosi. Ecco quindi la mia guida completa su cosa vedere a Biella in un giorno, con qualche consiglio pratico su cosa non perdere, dove mangiare e come muoversi in città. 

Cosa vedere a Biella in un giorno: visita alle principali attrazioni 

La prima cosa da sapere su Biella è che è suddivisa fra Città Alta e Città Bassa e che esiste una comoda funicolare gratuita che collega le due parti. Noi abbiamo lasciato la nostra macchina nel parcheggio alla sua base, molto ampio e anch’esso gratuito, ma pensando che per accedervi si pagasse un biglietto, abbiamo affrontato la salita a piedi, non molto lunga ma abbastanza ripida. La funicolare invece, è davvero pratica, e l’abbiamo voluta provare al momento della discesa: è senza conducente e funziona da sola, partendo ogni 3/5 minuti in entrambe le direzioni (noi eravamo gli unici a salire e si è messa in azione appena siamo arrivati sulla piattaforma). 

Cosa vedere a Biella in un giorno: Città Alta

Per comodità abbiamo iniziato ad esplorare Biella dalla parte bassa, dove sono presenti alcune attrazioni, per poi raggiungere quella alta, nucleo più antico della città, nel quale si concentrano tutte le altre.

La prima tappa del nostro itinerario a piedi per Biella è stato il Museo del Territorio Biellese, inaugurato nel 2001 all’interno dell’ex Convento di San Sebastiano; la mostra permanente è allestita al primo piano dello stesso, e raccoglie le testimonianze dell’intero territorio circostante, dalla preistoria al Novecento. Nel corso degli anni, il nucleo iniziale si è arricchito di varie sezioni, tra cui quella archeologica. 

La visita è autonoma e se fatta con calma vi impiegherà all’incirca 1 ora, considerando anche la mostra fotografica temporanea allestita nelle tre sale al pianoterra. Il costo del biglietto è normalmente di 5 Euro, anche se siamo rimasti piacevolmente sorpresi nel sapere che l’ingresso è gratuito fino a metà settembre 2022.

Cosa vedere a Biella in un giorno: Città Alta

Sempre nella parte bassa della città si trova anche la Cattedrale di Biella, dall’esterno austero ma dagli interni completamente decorati; tra i colori spicca il verde, tanto che a guardare in alto sembra di ritrovarsi immersi in una foresta. Questa e altre particolarità della città hanno attirato anche la troupe della Rai, che è entrata proprio poco prima di noi per fare un video, poi trasmesso in una programma della domenica. 

Cosa vedere a Biella in un giorno: Cattedrale

Dietro alla Cattedrale sorge anche un piccolo Battistero in stile romanico, purtroppo visitabile soltanto dall’esterno.

Cosa vedere a Biella in un giorno: Battistero

Terminata la visita al fresco del Duomo, ci siamo inerpicati per un vicolo acciottolato per raggiungere la Città Alta, ed in particolare il Piazzo, ovvero il nucleo più antico del centro storico, attorno al quale nel corso dei secoli vennero edificate le dimore delle grandi dinastie nobiliari biellesi, di cui 3 sono oggi ancora perfettamente conservate e visitabili.

La prima in cui siamo entrati è stata Palazzo Gromo Losa, oggi divenuto un moderno centro dedicato alle mostre dopo essere stato acquistato nel 2004 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, che si è occupata del suo completo restauro. Quando siamo stati noi, le sue sale interne ospitavano Selvatica – Arte e Natura in Festival, un percorso espositivo diffuso che si snodava anche negli altri due palazzi affacciati sul Piazzo, e alla quale si poteva accedere con un biglietto cumulativo di 10 Euro. In questa occasione era possibile ammirare anche Kryptos – Inganno e mimetismo nel mondo animale, una serie di teche in cui alcuni animali particolari si nascondevano nel loro habitat naturale, ed alcune opere di Jessica Carroll, considerata un’autrice molto suggestiva che ci era già capitato di conoscere in alcuni viaggi precedenti. 

In assenza di mostre, il costo del biglietto per il palazzo è di 7 Euro, oppure si può scegliere di visitare soltanto il giardino a 2,50 Euro.

Cosa vedere a Biella in un giorno: Palazzo Gromo Losa

Proprio di fronte, si accede a Palazzo Ferrero, anch’esso adibito a polo culturale e per questo motivo dalle sale un po’ spoglie; il suo giardino, che in realtà è il parco pubblico cittadino, ci ha un po’ deluso in quanto non particolarmente curato e comunque senza fioriture di rilievo.  

Cosa vedere a Biella in un giorno: Palazzo Ferrero

Visto che ormai si era fatta ora di pranzo ed il terzo palazzo che dovevamo visitare avrebbe aperto soltanto nel pomeriggio, abbiamo fatto una breve passeggiata lungo vicoli lastricati e case medievali decorate in cotto per raggiungere la centrale Piazza Cisterna, cuore del borgo, che ospita sotto i portici vari ristoranti e locali. Noi siamo stati un po’ indecisi ma alla fine abbiamo optato per la trattoria Alla Cisterna, e devo dire che la scelta è stata davvero ottima: il posto è alla buona, ma si mangia bene spendendo poco (40 Euro in 2) e non posso che consigliarvi la torta della nonna come degno fine pasto. 

Cosa vedere a Biella in un giorno: Piazza Cisterna

Alle 15 in punto eravamo davanti all’ingresso di Palazzo Lamarmora, che apriva proprio a quell’ora e che secondo me è il più bello dei tre visitati, in quanto è una dimora storica del XVI secolo con le sale perfettamente conservate ed ammobiliate, rientrando così di diritto nella categoria di casa-museo.

Esistono varie tipologie di biglietti di ingresso, che possono essere combinate fra loro a vostro piacimento (anche se si rischia di fare un po’ di confusione a dire la verità): noi comunque abbiamo scelto quella a nostro avviso più completa (Sale affrescate + Giardino storico + Torre Rettangolare) al costo di 10 Euro con visita autonoma. Se invece ne avete l’opportunità, ogni domenica alle 17 è possibile fare una visita guidata con il proprietario, della durata di un’ora al costo di 15 Euro. 

Cosa vedere a Biella in un giorno: Palazzo Lamarmora

In occasione di Selvatica, era stato aperto anche il Salone del Galliari, completamente affrescato, al quale si poteva accedere con il biglietto della mostra.

Cosa vedere a Biella in un giorno: Salone del Galliari

Questi sono i miei consigli su cosa vedere a Biella in un giorno, itinerario assolutamente fattibile anche procedendo senza troppa fretta; attorno a questa città si trovano anche altri punti di interesse che meritano di essere visitati, e dei quali vi parlerò presto in un articolo a loro appositamente dedicato! 



Booking.com

Leave a Reply