Cosa vedere a Praga in 4 giorni: itinerario, informazioni e consigli

Praga è stata il fulcro del nostro viaggio di una settimana in Repubblica Ceca, e non poteva davvero essere altrimenti, perché questa capitale europea è così affascinante che bisogna destinarle il giusto tempo, senza rischiare di perdersi la sua vera essenza con un passaggio mordi e fuggi. Noi siamo riusciti a dedicarle all’incirca 6 giorni, di cui 4 li abbiamo impiegati per scoprire il centro storico, mentre i restanti 2 li abbiamo utilizzati per visitare i suoi dintorni, prima di proseguire con il nostro on the road della Sassonia. Ecco quindi tutti i miei consigli su cosa vedere a Praga in 4 giorni: l’itinerario che abbiamo seguito noi, le attrazioni da non perdere e (perché no?) qualche dritta per risparmiare.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: itinerario, informazioni e consigli

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: primo giorno

Visto che i suggerimenti per spendere meno sono sempre i più richiesti, vi lascio subito quello che secondo me è fondamentale quando si visita questa capitale: acquistare la Praga City Card, indispensabile strumento per risparmiare sui biglietti d’ingresso delle singole attrazioni (in questo caso circa 70), e nella quale sono compresi anche un tour in autobus e una crociera sulla Moldava gratuiti. Se il prezzo non vi sembra troppo a buon mercato ma come noi avete intenzione di visitare quanti più musei o castelli possibili, vi assicuro che farete di sicuro un buon investimento.

Dopo aver attraversato Piazza San Venceslao, abbiamo raggiunto uno dei punti nevralgici di Praga, ovvero Piazza della Città Vecchia, sulla quale si affaccia il Vecchio Municipio, fondato nel 1338 come sede dell’amministrazione comunale. Sulla facciata anteriore spicca il suo celebre Orologio, datato XV secolo, sotto al quale si trova anche un calendario con i segni dello zodiaco. Il mio consiglio è di presentarvi qui allo scoccare dell’ora (dalle 9 alle 21), quando sopra il quadrante compaiono i 12 apostoli. 

All’interno dell’edificio si trova l’Ufficio del Turismo, al quale dovrete rivolgervi se siete interessati alle visite guidate che organizzano per il Municipio. Noi in questa prima giornata ci siamo limitati ad una prima occhiata dall’esterno, perché avevamo già programmato di visitarlo nelle giornate successive. 

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Orologio, Piazza della Città Vecchia

Dopo essere entrati nella Chiesa di San Nicola, il più importante esempio di barocco praghese, ed essere passati davanti a Palazzo Kinsky, dalla facciata rosa in pieno stile rococò, abbiamo attraversato il fiume Moldava su uno dei tanti ponti che collegano la città di Praga, per fare due passi al fresco nel Giardino di Chotek, primo parco pubblico all’inglese, all’interno del quale si trovano il monumento dedicato al poeta Julius Zeyer, a forma di grotta, ed il Padiglione Hanavský, eclettico edificio in ghisa oggi trasformato in ristorante. 

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Giardino di Chotek

Subito dopo pranzo ci siamo rivolti ad una delle attrazioni più importanti della zona, il Castello di Praga, al quale abbiamo dedicato il resto del pomeriggio (quindi circa 5 ore piene): questo è uno dei punti di interesse maggiormente presi d’assalto per chi visita la capitale, quindi vi consiglio di acquistare il biglietto online in anticipo o di optare per un tour guidato per scoprire maggiori informazioni sulla sua storia. 

Dalla sua fondazione, avvenuta nel IX secolo, si è sviluppato continuamente: in origine, era la sede dei principi e dei re boemi, mentre dal 1918 è la residenza del Presidente della Repubblica. I luoghi più importanti accessibili al pubblico sono l’Antico Palazzo Reale, la Cattedrale di San Vito, San Venceslao e Sant’Adalberto, la Basilica di San Giorgio, la Torre delle Polveri Mihulka ed il Vicolo D’Oro. Nella stagione estiva si può accedere anche al Giardino Reale con l’edificio della Pallacorda ed il Belvedere della Regina Anna

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Castello di Praga

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: secondo giorno

Il nostro secondo giorno a Praga è cominciato ai piedi della Torre delle Polveri, costruzione tardo gotica del 1475 facente parte integrante della fortificazione del castello; il suo nome deriva dal fatto che, anticamente, veniva utilizzata come deposito della polvere da sparo, mentre oggi custodisce al suo interno l’esposizione permanente della storia militare. È inoltre famosa per essere il monumentale accesso alla Città Vecchia, attraverso il quale passava il corteo dell’incoronazione dei re boemi.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Torre delle Polveri

Passando davanti alla Casa Municipale, edificio in stile liberty dove oggi si tengono vari concerti ed importanti eventi sociali, siamo ritornati in Piazza della Città Vecchia, perché come vi avevo anticipato prima, abbiamo visitato all’interno il Vecchio Municipio; nel corso del tour, che si svolge in autonomia, è possibile visitare le sale storiche di rappresentanza, i sotterranei e la cappella, oltre a salire sulla torre da cui si gode uno splendido panorama. Per il giro completo, mettete in conto almeno un’ora e mezza di tempo. 

Visto che questa giornata è stata dedicata al giro delle torri, siamo saliti anche su un’altra, la Torre del Ponte della Città Vecchia, porta gotica fatta costruire a metà del XIV secolo dall’imperatore Carlo IV e concepita come un arco di trionfo simbolico, attraverso il quale i re boemi passavano durante il percorso dell’incoronazione. Salendo i 138 gradini che conducono al ballatoio, si ha un’ottima visuale su un’altra delle attrazioni più importanti di Praga, ovvero Ponte Carlo, delimitato dalla parte opposta dalle Torri del Ponte della Città Piccola, la più bassa romanica e la più alta tardo gotica, unite insieme da una porta.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Torri del Ponte della Città Piccola

Una volta ridiscesi non potevamo proprio farci scappare di attraversare anche a piedi Ponte Carlo, il più antico ponte della città che prende il nome sempre da Carlo IV, il suo costruttore, ma conosciuto anche come Ponte di Pietra o Ponte Praghese. Durante i secoli, questa costruzione è stata più volte parzialmente distrutta dalle inondazioni, ma per fortuna quella del 2002 (la più grande degli ultimi 500 anni) non lo ha danneggiato. Dal 1683 al 1928, le sue sponde di pietra sono state adornate con 30 statue di santi.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Ponte Carlo

La nostra giornata si è poi conclusa nel modo più suggestivo possibile con una visita al Museo delle Leggende e dei Fantasmi praghesi, un’originale esposizione situata nelle vicinanze del Ponte Carlo, che ripercorre un grande numero di leggende della città più o meno note, adatta anche a chi viene qui con bambini in quanto interattiva. La parte più spaventosa del tour è sicuramente quella del vicolo sotterraneo, dove si nascondono ancora oggi i fantasmi più famosi di Praga.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Museo delle Leggende e dei Fantasmi praghesi

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: terzo giorno

Il nostro terzo giorno alla scoperta della capitale ceca è cominciato con la visita a due palazzi: il Palazzo Sternberg, uno dei maggiori esempi dello stile barocco culminante boemo, e il Palazzo Schwarzenberg, una costruzione primo rinascimentale con facciata riccamente decorata da graffiti. Entrambi questi edifici sono spazi espositivi della Galleria Nazionale di Praga, la seconda più vecchia d’Europa dopo il Louvre di Parigi, che presenta capolavori delle arti figurative ceche e mondiali.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Palazzo Sternberg

Il nostro itinerario del centro storico di Praga è proseguito a Loreto, santuario dalla facciata barocca meta di pellegrinaggi da parte dei fedeli, che vengono qui per ammirare l’Ostensorio di Diamanti, composto da ben 6.222 pietre preziose.

Dopo un veloce passaggio per scattare qualche foto alla Torre Panoramica di Petřín, costruita in occasione dell’Esposizione Giubilare del 1891 come copia in piccolo della Torre Eiffel (dove è possibile anche salire, cosa che però noi non abbiamo fatto), ci siamo diretti alla successiva attrazione che avevamo in programma, il Labirinto degli Specchi, che dall’esterno assomiglia ad un piccolo castello. All’interno, tutti i corridoi sono riflettenti, e particolarmente divertente sarà la Sala della Risata, dove gli specchi deformati e contorti trasformeranno le vostre dimensioni.

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Torre Panoramica di Petřín

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Labirinto degli Specchi

Sempre nei Giardini di Petřín ci siamo poi diretti all’Osservatorio Štefánik, dove è possibile effettuare l’osservazione pubblica del cielo diurno e notturno e visitare un’esposizione permanente di astronomia comprensiva dell’attrezzatura tecnica. Per concludere la nostra ultima giornata piena in bellezza, siamo rimasti fuori a cena per goderci un giro di Praga di sera

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: giro serale

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: quarto giorno

L’ultima mattinata a nostra disposizione per visitare Praga l’abbiamo dedicata interamente al Museo Nazionale, il più grande della Repubblica Ceca, suddiviso in 5 sezioni principali: il Museo di Storia Naturale, il Museo della Storia, il Museo Ceco della Musica, il Museo Náprstek delle Culture Asiatiche, Africane e Americane e la Biblioteca del Museo Nazionale. Ognuna di esse ha diverse collezioni e sezioni specializzate, che insieme contengono più di tredici milioni di oggetti. Per visitarlo al meglio, mettete in conto almeno 2 ore e mezza. 

Cosa vedere a Praga in 4 giorni: Museo Nazionale

E nel pomeriggio di nuovo in partenza, direzione Sassonia! 

Devo ammettere che i nostri 4 giorni a Praga sono stati veramente belli intensi, ma del resto è questa la modalità di viaggio che piace a noi. Se invece avete poco tempo da dedicare a questa bella capitale europea, vi consiglio di ottimizzarlo al meglio partecipando ad un Free Tour, ovvero un tour guidato della durata di circa 2 ore e mezza senza prezzo fisso, al termine del quale è il singolo partecipante che paga l’importo che considera opportuno in base al proprio grado di soddisfazione. Un ottimo modo per scoprire curiosità ed informazioni utili sulle principali attrazioni del centro storico!

Vi lascio qui sotto alcuni suggerimenti per altre esperienze da fare a Praga:



Booking.com

Leave a Reply