Italia on the road: 10 itinerari da non perdere da Nord a Sud

Visitare l’Italia on the road è a mio parere il modo migliore per scoprire la vera essenza della nostra meravigliosa penisola e le mille sfaccettature che contraddistinguono e rendono unica ognuna delle sue regioni. Solo in un viaggio itinerante si ha infatti la possibilità di spostarsi con i propri ritmi fino a raggiungere i luoghi di interesse più nascosti e particolari, spesso meno intaccati dal turismo mordi e fuggi di massa. 

In questo articolo voglio parlarvi dei 10 on the road in Italia più belli che ho percorso personalmente in auto nel corso di questi ultimi anni, seguendo un percorso che va da Nord a Sud, isole comprese, alla scoperta delle bellezze della nostra nazione.

10 on the road da fare in Italia, alla scoperta delle meraviglie del nostro paese

1) Valle d’Aosta 

Partiamo subito con una delle regioni più a nord d’Italia, la Valle d’Aosta, che noi abbiamo esplorato in occasione di Capodanno un paio di anni fa. Spesso si associa questa terra nel periodo invernale ai campi di sci, abbinamento assolutamente giusto, ma voglio smentire il fatto che questa zona sia adatta unicamente a chi pratica questo sport: noi ad esempio abbiamo fatto un bellissimo itinerario on the road alla scoperta dei suoi castelli più famosi, che abbiamo potuto visitare con tutta calma senza la ressa di turisti che si rischia di trovare nei mesi estivi. Nel vostro viaggio, vi consiglio di inserire anche un passaggio di almeno una giornata piena nel capoluogo di Aosta.

Italia on the road: Valle d'Aosta

2) Toscana 

In Toscana potrebbe sorgere un problema, perché questa regione è bella ovunque e particolarmente adatta per spostarsi liberamente on the road. Se proprio dovessi fare a fatica una selezione, non posso scendere al di sotto di 3 itinerari da proporvi: il primo riguarda la Val d’Orcia, scenografico territorio che si estende nella provincia di Siena a nord est del monte Amiata e che noi abbiamo avuto la fortuna di scoprire a bordo di un’auto d’epoca; il secondo è un tour dei borghi della provincia di Arezzo, tutti a misura d’uomo e da vivere a ritmi lenti; il terzo, è un itinerario della Val di Cecina, alla scoperta della Valle del Diavolo, la seconda area geotermica più grande d’Europa come estensione. Insomma, non avrete che l’imbarazzo della scelta! 

Italia on the road: Toscana

3) Umbria

Anche l’Umbria, per chi è amante dei borghi come noi, è un po’ come la Toscana, ovvero ricca di spunti per diversi viaggi itineranti: noi abbiamo avuto la fortuna di visitarla in varie occasioni, a volte anche solo per un weekend, mentre il percorso più lungo che abbiamo fatto sono stati 4 giorni on the road suddivisi fra cultura, alla scoperta dei suoi paesi più caratteristici, e natura, con la visita al Parco Nazionale dei Monti Sibillini e alle Cascate delle Marmore. Meritevoli sono anche i suoi centri più grandi, primi fra tutti Perugia, Assisi e Orvieto

Italia on the road: Umbria

4) Tuscia

La Tuscia è una zona del Lazio in provincia di Viterbo che abbiamo scoperto un po’ per caso, quando cercavamo una meta low cost in Italia per l’estate: in realtà anche questo viaggio, prenotato all’ultimo, si è rivelato un’ottima occasione per un on the road alla scoperta di luoghi inusuali e poco turistici, come lo sfarzoso Palazzo Farnese di Caprarola o il particolare Parco dei Mostri di Bomarzo. Se siete da queste parti, vi consiglio di non perdervi neppure una passeggiata nel capoluogo di provincia stesso, Viterbo

Italia on the road: Tuscia

5) Sardegna 

Quello in Sardegna è stato uno dei pochi viaggi improntato prevalentemente sulla vacanza di mare (che di solito non è proprio il nostro genere), ma anche qui siamo riusciti a disegnarci un bell’on the road su misura per noi, alla scoperta del Nord dell’isola e della Costa Smeralda: ovviamente qui abbiamo dovuto mettere un po’ da parte la visita ai borghi che tanto ci piacciono, ma con un mezzo proprio è stato più semplice raggiungere le spiagge e le calette più nascoste. Tra i maggiori luoghi di interesse, vi consiglio di non perdervi una discesa nella Grotta di Nettuno, una passeggiata per il centro di Alghero e una gita in barca all’Arcipelago della Maddalena.

Italia on the road: Sardegna

6) Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana è una delle zone più rinomate della regione Campania, un pittoresco susseguirsi di 16 comuni (racchiusi fra Positano, il punto più a ovest, e Vietri sul Mare, quello più ad est), collocati lungo la statale conosciuta come l’Amalfitana, una delle strade più belle del mondo per via dei suoi cinquanta chilometri di curve a gomito direttamente a picco sul mare. Le stagioni più gettonate per visitare questa meta sono la primavera e l’estate, ma il rischio di trovarla molto affollata di turisti, con conseguente aumento del traffico, è piuttosto alto: noi abbiamo scelto di venire qui in inverno, nei giorni immediatamente successivi al Capodanno, assaporando giornate fredde ma limpide e in totale tranquillità. 

Italia on the road: Costiera Amalfitana

7) Puglia Valle d’Itria

La Puglia è un’ottima regione per un on the road nel Sud Italia, ma vi suggerisco di suddividerla in diverse aree per esplorarla al meglio, a meno che non abbiate molti giorni a vostra disposizione: noi la scorsa estate ci siamo concentrati ad esempio sulla Valle d’Itria e l’Alta Murgia, territori a cavallo tra le provincie di Bari, Brindisi e Taranto, ai quali abbiamo riservato 3 giorni pieni dedicandoci ai piccoli borghi dell’entroterra ed evitando le zone troppo affollate del litorale. Tra i paesi imperdibili vi consiglio Gravina di Puglia, Alberobello o Locorotondo, e se avete voglia di un’attrazione più naturalistica non potete perdervi le Grotte di Castellana.

Italia on the road: Puglia Valle d'Itria

8) Puglia Salento

L’on the road in Salento è stato il mio primo incontro con questa regione, che ho scoperto grazie ad alcune piccole realtà dell’entroterra leccese, spesso non troppo conosciute ma con una forte componente culturale legata alle loro tradizioni più antiche. Tra queste, la più nota è Otranto, celebre per il suo lungomare e dominata dall’alto dal Castello Aragonese, ma vi consiglio anche i graziosi borghi di Spongano e Poggiardo. Siete amanti della natura? Nessun problema, potete ammirare i vivaci colori della Cava di Bauxite o raggiungere in barca le Grotte di Castro

Italia on the road: Puglia Salento

9) Basilicata 

Proprio l’anno scorso, in estate, abbiamo scelto di esplorare una delle regioni meno turistiche d’Italia, la Basilicata, non troppo nota fatta eccezione per Matera, che dopo essere stata designata Capitale della Cultura 2019, è il capoluogo più frequentato dai turisti provenienti da tutta Europa. Spesso sottovalutato e scartato a favore di altre zone limitrofe con più sbocchi sul mare, questo territorio è costellato di piccoli borghi caratteristici, dove non mancano le emozioni forti per i più coraggiosi, come l’adrenalinico Volo dell’Angelo o la visita a Craco, abbandonato paese fantasma. Da non perdere sono Maratea e i suoi dintorni, che sapranno colpirvi piacevolmente con attrazioni del calibro della Grotta delle Meraviglie, il Cristo Redentore o la Spiaggia Nera.

Italia on the road: Basilicata

10) Sicilia

Tre giorni sono sicuramente troppo pochi per un on the road della Sicilia, ma sono quelli che avevamo noi a disposizione e che abbiamo utilizzato per visitare nel miglior modo possibile la parte nord occidentale di questa terra così solare. Un po’ di corsa siamo riusciti ad avere un’infarinatura di Palermo, di Trapani e di Erice, senza farci mancare una piacevole gita sull’isola di Favignana. L’obiettivo, però, è senza dubbio quello di tornare non appena possibile per un itinerario più ampio di questa splendida regione.

Italia on the road: Sicilia

Viaggi on the road in Italia: consigli su dove dormire

Come vi ho accennato all’inizio dell’articolo, e come saprete già se mi seguite da un po’, i miei viaggi on the road sono organizzati tutti in macchina, ma oggi voglio presentarvi un punto di vista un po’ diverso dal solito, illustrandovi insieme ai membri del team di Goboony, piattaforma sulla quale è possibile noleggiare camper direttamente da privati su tutto il territorio nazionale (e anche in Europa), alcuni dei vantaggi nell’utilizzo di questo mezzo di trasporto.

Sul sito, una sorta di Airbnb su 4 ruote, avrete la possibilità di mettervi in contatto direttamente con il proprietario per organizzare una visita al camper (ed eventualmente una prova di guida dello stesso), prima della conferma del noleggio vero e proprio, oltre al fatto che i prezzi proposti sono molto più competitivi rispetto a quelli delle agenzie tradizionali.

Il camper può essere davvero un’ottima soluzione per godere della massima libertà durante un on the road, senza avere la preoccupazione di cercare un alloggio dove dormire; inoltre, quest’anno come non mai, i nostri viaggi dovranno essere improntati sul rispetto delle regole, e sia la macchina che il camper hanno il vantaggio di garantire la totale sicurezza negli spostamenti, e sono certa che gli itinerari che vi ho proposto sapranno incantarvi con qualsiasi di questi mezzi deciderete di percorrerli.

Leave a Reply